img6HOCHIMINHHo Chi Minh, “il portatore di luce” è solo una delle cinquanta identità che Nguyen Tat Thanh (1890-1969) ha usato durante la sua lunga carriera di politico e rivoluzionario. Fondatore del Partito Comunista Vietnamita e Presidente della Repubblica Popolare del Vietnam dal 1946 alla sua morte, Nguyen nacque in una umile famiglia di insegnati nel distretto di Huè.

La storia della sua vita è una sorta di leggenda: nel 1911 si arruola come cuoco in una nave francese e salpa alla volta del Nord America, dell’Africa e dell’Europa. Qui decide di fermarsi e in mezzo a decine di lavori “da precario” forma la sua coscienza politica. Si stabilisce definitivamente a Parigi, dove, con il nome di Nguyen Ai Quoc (Nguyen il Patriota) inizia a promuovere l’indipendenza dell’Indocina scrivendo articoli e pamphlet in diverse lingue tra cui inglese, francese, tedesco e mandarino. Durante la conferenza di Versailles del 1919 (al termine del primo conflitto mondiale) cerca di farsi portavoce per un piano di indipendenza del Vietnam con il presidente americano Woodrow Wilson.

Nel 1920 è tra i fondatori del Partito Comunista Francese, nel 1923 viene chiamato a Mosca per lavorare all’Internazionale Comunista e da lì a Guangzhou (Canton) dove fonderà il Partito Comunista Vietnamita. Agli inizi degli anni trenta verrà imprigionato dai francesi su ordine degli inglesi e dopo il suo rilascio viaggerà ancora tra Russia e Cina aiutando il Comintern e il neonato Partito Comunista Cinese di Mao. Nel 1941 torna in Vietnam per la prima volta in 30 anni e lì fonderà il Viet Minh, il cui scopo era la liberazione del Vietnam dal dominio francese e dall’occupazione giapponese, conseguita dopo lo scoppio del secondo conflitto mondiale. Nel 1942 viene arrestato dai Nazionalisti Cinesi di Chang Kai Shek e rilasciato un anno dopo. Mentre il Giappone sta per arrendersi nel 1945, Ho con i suoi uomini ha conquistato ormai larga parte del Vietnam liberandolo da oltre due secoli di colonialismo francese e dalla feroce occupazione giapponese.

Con la fine della guerra e il contrattacco francese Ho Chi Minh si ritira ad Hanoi conducendo da quel momento otto anni di guerriglia spietata contro i francesi; il suo capolavoro, insieme all’inseparabile Generale Giap, sarà però la battaglia di Dien Bien Phu dove le truppe francesi verranno sconfitte. Ormai Ho Chi Minh è una leggenda e il Viet Minh controlla tutto il nord del paese; purtroppo lo Zio Ho (come lo chiamavano i giovani compagni) non riuscirà a vedere il sogno di una vita realizzato e morirà nel 1969 mentre infuria la guerra tra Nord e Sud del paese.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.