img1

Giornata storica per i diritti civili negli Stati Uniti. Il possesso di marijuana e i matrimoni gay, dal 6 dicembre sono diventati ufficialmente legali nello Stato di Washington, sulla costa occidentale.

La nuova legge, approvata da un referendum votato il 6 novembre, sul ‘fumo’ consente a chi ha compiuto 21 anni di possedere per uso personale fino a 28 grammi di marijuana. È rimasta tuttavia illegale la vendita e l’uso in pubblico.

MULTA PER I TRASGRESSORI. Le autorità hanno deciso di punire i trasgressori con una multa allo stesso modo di come succede quando si beve alcool nei luoghi pubblici.
 Appena la legge sull’uso personale di marijuana è entrata in vigore, a Seattle è immediatamente scoppiata la festa e centinaia di cittadini si sono riuniti al Seattle Center per manifestare la loro gioia, offrendo spinelli anche ai giornalisti.

IN CONFLITTO CON LA LEGGE FEDERALE. Ma la vittoria in uno Stato secondo le leggi americane, andrebbe comunque a scontrarsi con la normativa federale. Sia che si tratti di uso privato o pubblico, la legge federale classifica la marijuana come illegale e lo stesso procuratore generale dello stato di Washington, Jenny Durkan, ha ribadito che la coltivazione, la vendita o il possesso di qualsiasi quantità di marijuana resterebbe un reato federale a prescindere dalle leggi vigenti in un singolo Stato.

LEGALIZZATA ANCHE IN COLORADO. L’altro Stato che ha deciso di seguire le orme di Washington è il Colorado, che l’inizio dell’anno ha previsto la depenalizzazione del possesso di marijuana per uso personale.
In vigore nello Stato di Washington anche la legge sulle nozze gay. Tutte le coppie hanno ottenuto il diritto di richiedere licenza di matrimonio. Anche per i matrimoni tra persone dello stesso sesso la vittoria, in realtà, non è stata totale. Sono arrivati a nove, oltre al distretto di Columbia dove si trova la capitale federale Washington, gli Stati che considerano legali le nozze gay.

fonte: lettera43.it





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.