VideoContro-informazione

Vogliamo affrontare una volta per tutte il problema più grande del mondo?!

Vogliamo affrontare una volta per tutte il problema più grande del mondo?!Rutger Bregman è lo storico olandese che lo scorso 25 gennaio ha fatto un efficace discorso, quasi inaspettato, contro l’evasione fiscale durante il Forum di Davos, l’annuale incontro organizzato dal World Economic Forum tra esponenti di primo piano della politica e dell’economia internazionale che si ritrovano per discutere con intellettuali e giornalisti selezionati delle questioni più urgenti che il mondo si trova ad affrontare.

L’intervento di Bregman, che ha 30 anni ed è l’autore di “Utopia per realisti”, è diventato virale andando dritto al punto: «Qui le persone parlano di partecipazione, giustizia, uguaglianza e trasparenza, ma nessuno solleva l’argomento dell’evasione fiscale. Mi sembra di essere a una conferenza di vigili del fuoco e a nessuno è permesso parlare di acqua!»

Di seguito l’intervento completo, che abbiamo tradotto e sottotitolato per voi.

Oggi, circa 4,3 miliardi di persone – più del 60 per cento della popolazione mondiale – vivono in una condizione di povertà debilitante, con meno di 5 dol­lari al giorno; la metà di loro non dispone di cibo a sufficienza. E queste ci­fre non hanno fatto che crescere negli ultimi decenni. Allo stesso tempo, i più ricchi stanno accumulando ricchezza a livelli che non hanno prece­denti nella storia dell’umanità.

In uno dei momenti più preoccupanti della nostra storia, con la disu­guaglianza a livelli record e il clima del nostro pia­neta che inizia a vendicarsi della civiltà industriale, abbiamo più bisogno che mai di chiamare le cose con il loro nome e di intervenire. Come? Attraverso le tasse, sostiene Bregman, in particolare sulle quote che spettano ai più ricchi.

Vogliamo affrontare una volta per tutte il problema più grande del mondo?!

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button