img5

Presto ci sarà un importante incontro dell’ufficio Droghe e Crimine delle Nazioni Unite, (tra il 12 e il 16 marzo 2012) al palazzo ONU di Vienna, Austria. L’Encod (coalizione europea per politiche sulle droghe giuste ed efficaci) ha organizzato una serie di importanti manifestazioni per l’occasione, compresa un’occupazione con le tende accanto al Palazzo delle Nazioni Unite, workshop e meeting. Cinquant’anni dopo il lancio della Convenzione Unica sulle Sostanze Stupefacenti delle Nazioni Unite nel 1961, la guerra globale alle droghe è fallita, con molte conseguenze inattese e devastanti a livello mondiale. E’ aumentato l’uso delle principali droghe sottoposte a controllo e dalla parte dell’offerta esse sono diventate più economiche, più pure e più disponibili che mai. Una stima prudente delle Nazioni Unite calcola come nel mondo vi siano attualmente 250 milioni di consumatori di droghe.

Le droghe illecite costituiscono attualmente la terza industria più redditizia del mondo, subito dopo quella degli alimentari e dei carburanti, con un valore stimato di 450 miliardi di dollari l’anno, e tutto sotto lo stretto controllo della criminalità. “Dal momento che non possiamo sradicare la produzione, la domanda, o l’uso delle droghe, dobbiamo trovare dei nuovi modi di ridurre i danni. Noi dovremmo sostenere i nostri governi affinché esplorino delle nuove politiche basate sull’evidenza scientifica”. Questo è ciò che si legge sul comunicato diffuso dall’Encod.

Alla manifestazione di Vienna sarà presente anche una delegazione di Legalizziamolacanapa.org (movimento di liberazione, coalizione per la legalizzazione).

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.