img1

Forse non eravamo poi così tanti, ma era importante starci. Forse anche a causa di una non perfetta organizzazione da parte dei promotori ed una quasi assenza di pubblicità da parte dei media e internet, se si esclude quella fatta da noi e dalle associazioni presenti a Vienna.

I lavori del Drug Peace Festival, sono iniziati in mattinata venerdì 9 marzo, con una conferenza stampa presso il famoso cafè Landtmann di Vienna, dove sono intervenuti i delegati di Encod, tra cui l’italiano Enrico Fletzer, e le rappresentanze delle associazioni europee che partecipavano.

Si è proseguito nel pomeriggio, presso l’università di Vienna, con la proiezione di alcuni filmati. Sabato mattina abbiamo spedito al quartier generale dell’UNODC il bollettino degli arresti del 2011 e una raccolta di testimonianze sull’ingiustificata repressione in atto in Italia a danno di semplici coltivatori e consumatori in proprio e saranno due documenti che debitamente protocollati dovranno essere messi agli atti della corrispondenza effettuata e ricevuta durante il meeting e con questo gesto abbiamo voluto simbolicamente affermare la nostra presenza.

Sabato pomeriggio la manifestazione pubblica nelle strade della capitale austriaca, partita da Schwedenplatz, iniziata alle ore 14 ed è terminata dopo 3 ore sotto la sede dell’ONU al Vienna International Centre.


A livello internazionale erano presenti le delegazioni di ENCOD, Piraten Partei, Medijuana e gli austriaci di Legalize, ma la rappresentanza più nutrita era quella italiana a dimostrazione di come la Fini-Giovanardi sia il collante dei vari disagi espressi dalle associazioni.

Erano presenti le delegazioni di PIC (Pazienti Impazienti Cannabis), L’Associazione Luca Coscioni, Canapuglia, Osservatorio Antiproibizionista – Canapisa, MMM, Rototom, i Centri Sociali: Lab 57 (Bologna), Il Faro (Roma), Il Gabrio (Torino), Terra di Nessuno (Genova), e naturalmente noi di ASCIA. Era inoltre presente una delegazione dei NO TAV.

Terminata la marcia verso la sede dell’UNODC, una rappresentanza italiana si è diretta verso l’ambasciata italiana di Vienna, per cercare di consegnare i dossier, ma l’assenza di qualsiasi impiegato all’interno dell’edificio della rappresentanza italiana ci ha fatto desistere, non senza aver lasciato degli striscioni all’ingresso.

Ora dobbiamo aspettare che i lavori finiscano e che escano le nuove indicazioni per la politica sulle droghe per poter pianificare una strategia di azione, per ora gli abbiamo solo ricordato che ci siamo, e ci saremo fino a quando le cose non cambieranno!

ASCIA

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.