IndustrialeAvvocato rulez

Vicenza: accusato di coltivazione e spaccio, ma era canapa industriale certificata

canapa industrialeUna nuova vicenda giudiziaria colpisce un coltivatore di canapa industriale in Italia, pratica perfettamente legale ma che non di rado finisce nel mirino di forze dell’ordine che evidentemente non conoscono adeguatamente le leggi. Un uomo di Vicenza è stato infatti accusato di coltivazione ai fini di spaccio per aver messo a coltivazione nel proprio orto delle piante di canapa certificata con limiti di THC legali per la produzione industriale.

Secondo quanto riportato dal quotidiano locale Il Gazzettino l’uomo, di 66 anni, da alcuni mesi aveva piantato della canapa crtificata nel proprio orto allo scopo di produrre dell’olio. Ma la Guardia di Finanza ha fatto irruzione nella sua abitazione, estirpando le piante e denunciando l’uomo per coltivazione di droga.

Alcuni passaggi dell’articolo risultano poco chiari e se confermati lascierebbero supporre che l’uomo non abbia assolto le pratiche necessario nel modo previsto dalla legge. L’uomo ha infatti dichiarato di aver avveritito la Finanza, i Carabinieri e la Polizia della città dell’avvenuta semina via posta elettronica certificata, ma la legge prevede che la comunicazione vada effettuata tramite un apposito modulo e non in via informale.

È quindi possibile che la comunicazione effettuata non fosse regolare. Tuttavia quaesto non toglie come negli ultimi mesi si siano ripetuti casi analoghi, con sequestri e denuncie anche a coltivatori che avevano seguito tutta la prassi secondo le normi.

Rimane inoltre la considerazione di come la legge continui a riempire di obblighi burocratici e impedimenti i coltivatori di canapa, contribuendo così a limitare fortemente le coltivazioni a scopo industriale in tutta Italia.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio