Terapeutica

Usa. New York. Maggioranza dei conservatori favorevole alla cannabis terapeutica

2015-05-20 04.30.46 pmUn sondaggio della Mason-Dixon ha rivelato che la maggioranza dei repubblicani newyorkesi è favorevole alla proposta di legge appena approvata dalla Camera dello Stato di New York per la legalizzazione del consumo di marijuana a fini terapeutici. Le associazioni di malati e di produttori, nonché quelle dei medici e degli infermieri, hanno risposto al sondaggio invitando il Senato ad approvare il testo in tempi brevi. Secondo il sondaggio, il 55% degli elettori con tessera repubblicana è convinta che i malati abbiano diritto alla terapia a base di cannabis qualora un medico la prescriva. Solo il 35% è contrario.

“Questo sondaggio conferma ciò che i cittadini di New York sanno già da tempo”, ha detto Joel Peacock, membro del partito conservatore e affetto da dolore cronico a seguito di un incidente stradale. “Il sostegno per questa legge è bipartisan. “Aiutare coloro che soffrono non è questione da liberali o conservatori; è una semplice questione di compassione umana”.

Un sondaggio del 2005 aveva rivelato che il 76% degli elettori dello Stato sono favorevoli ad una legge sulla marijuana terapeutica. Secondo Kevin Smith, psichiatra e medico forense, il risultato di questo ultimo sondaggio è tutt’altro che sorprendente. Con 12 Stati che hanno già legalizzato la cannabis terapeutica grazie al sostegno della stragrande maggioranza dei cittadini, spiega Smith, è del tutto prevedibile che anche nello Stato di New York vi sia una simile posizione. “Il Senato dovrebbe approvare immediatamente la proposta di legge passata alla Camera”, ha detto. Smith è affetto da una malattia genetica molto dolorosa che lo ha costretto a smettere di lavorare. Durante un viaggio oltreoceano ha provato la marijuana, e per la prima volta è riuscito ad alleviare il dolore in maniera efficace. “La marijuana terapeutica può restituirmi la vita, ma non posso usarla perché proibita dalla legge di New York. E’ pazzesco”.

fonte: Notiziario Aduc





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.