“Dozzine di giovani membri dello staff della Casa Bianca sono stati sospesi, invitati alle dimissioni o inseriti in un programma di lavoro a distanza a causa del passato uso di marijuana, anche se questo è avvenuto in stati dove era legale” lo afferma un’inchiesta del giornale Daily Best.

Durante la selezione del personale – sostiene il quotidiano – gli addetti alla selezione per la nuova presidenza Biden avrebbero chiesto tra le varie informazioni anche ammissioni su eventuali utilizzi passati di cannabis ai candidati, specificando però che questo non avrebbe costituito incompatibilità con il ruolo, in quanto la casa bianca aveva aggiornato le proprie linee guida stabilendo che “un uso limitato di marijuana non dovesse essere un ostacolo per assumere buoni candidati”.

Tuttavia, la scorsa settimana la direttrice della gestione e amministrazione della Casa Bianca, Anne Filipic, avrebbe chiamato diversi membri dello staff per informarli che, poiché hanno ammesso il passato uso di cannabis, avrebbero dovuto dimettersi o essere inseriti in un programma di lavoro a distanza.

Il Daily Best ha raccolto la dichiarazione di uno dei membri dello staff costretti alle dimissioni, il quale ha dichiarato che “le politiche sulla cannabis non erano mai state spiegate, senza che fosse stata stabilita alcuna soglia per il consumo limitato di cui parlavano le linee guida”.

In base alle nuove linee guida introdotte dall’amministrazione Biden, al personale della Casa Bianca è stato chiesto di cessare ogni uso di cannabis e saranno soggetti a test antidroga casuali. Non un grande inizio per l’amministrazione che secondo molti analisti dovrebbe accompagnare gli Usa verso la legalizzazione della cannabis a livello federale.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.