CannabisHigh times

Usa: il governatore della Virginia ha approvato la depenalizzazione della cannabis e ora punta a legalizzarla

Usa: il governatore della Virginia ha approvato la depenalizzazione della cannabis e ora punta a legalizzarlaLa Virginia è diventata il ventisettesimo stato americano nel quale consumare marijuana non è più un reato penale. L’iter di depenalizzazione è giunto a conclusione dopo la firma del governatore Ralph Northam, che ha ratificato la norma approvata il mese scorso dalla Camera e dal Senato dello stato della costa orientale.

La nuova legge approvata sancisce che per chi verrà trovato in possesso di massimo un’oncia (28 grammi) di cannabis scatterà una multa di 50 dollari, senza alcuna conseguenza penale. La legge precedente stabiliva invece che la multa poteva essere di 500 dollari e comportava anche fino a 30 giorni di reclusione in carcere.

La norma si inserisce in un più ampio piano approvato dal governatore per ridurre il carico penale sul sistema giudiziario e per diminuire la repressione che comporta la carcerazione di migliaia di persone ogni anno, quasi sempre appartenenti alle classi più umili, che non hanno disponibilità per avere buoni avvocati o per essere rilasciati su cauzione.

Il governatore Ralph Northam ha annunciato anche di aver proposto «uno studio che abbia l’obiettivo di valutare l’impatto di una vera e propria legalizzazione all’interno dello stato». Segno di come la depenalizzazione potrebbe essere solo un primo passo che potrebbe presto portare la Virginia a seguire l’esempio dei tanti stati americani che hanno legalizzato il commercio e l’autoproduzione di marijuana.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button