High timesIn evidenza

Usa: ecco il piano per la legalizzazione federale nel 2022

Usa: ecco il piano per la legalizzazione federale nel 2022
Il 2021 è stato sicuramente un anno di cambiamenti per gli Stati Uniti nelle politiche di legalizzazione della cannabis ma l’anno fatidico, in previsione della legalizzazione federale, potrebbe essere il 2022. Cinque nuovi stati – New Jersey, New Mexico, New York, Virginia e Connecticut – hanno legalizzato l’utilizzo della marijuana per finalità ricreative tra gli adulti, mentre l’Alabama è divenuto il 37° paese a legalizzare l’utilizzo della cannabis per finalità mediche.

Nel frattempo Earl Blumenauer e Barbara Lee, copresidenti del Congressional Cannabis Caucus, hanno pubblicato un rapporto sui progressi compiuti dal Congresso sulla legalizzazione federale nel 2021. “Una grande quantità di idee politiche mirate a porre fine alla proibizione della cannabis a livello federale è stata introdotta anche a Capitol Hill. Questo crescente slancio bipartisan per la riforma della cannabis mostra che il Congresso è pronto per un progresso nel 2022 e siamo più vicini che mai ad allineare le nostre politiche e leggi sulla cannabis con la volontà del popolo americano” è quanto si legge in una dichiarazione dei due rappresentanti democratici.

SAFE BANKING ACT e MORE ACT, ovvero i disegni di legge per la legalizzazione federale

Marijuana Opportunity Reinvestment and Expungement e Secure and Fair Enforcement Banking Act: questi i nomi dei due principali disegni di legge in tema di legalizzazione della cannabis a. livello federale. Il primo di questi prevede che la marijuana venga rimossa dalla lista delle droghe, le sanzioni penali per la detenzione di cannabis sarebbero eliminate, e tutte le passate condanne federali in questo ambito cancellate. Questo disegno di legge prevedrebbe inoltre una tassa da applicare alla vendita al dettaglio di marijuana, i cui ricavati andrebbero destinati a quelle comunità colpite duramente in passato da tutte le normative proibitive sull’utilizzo della cannabis.  Quanto al secondo disegno di legge invece, lo stesso permetterebbe alle aziende produttrici di marijuana di accedere ai servizi finanziari, nonché vieterebbe alle autorità federali di vigilanza bancaria di penalizzare quelle banche che intendono finanziare i business di cannabis.

Ultima, in ordine di tempo, la legge presentata dalla repubblicana Nancy Mace. “Questa legge credo abbia qualcosa di buono per tutti, che tu sia un democratico o un repubblicano”, ha sottolineato ai giornalisti fuori dal Campidoglio, dove ha presentato il suo States Reform Act.

“Le soluzioni per una riforma globale ci sono, e quest’anno abbiamo fatto progressi. Abbiamo approvato il MORE Act,  il SAFE Banking Act, e diverse disposizioni di stanziamenti”, ha dichiarato Barbara Lee sottolineando che: “È ora che il Congresso si muova per arrivare al traguardo. Porre fine alla guerra alla droga è una questione di equità razziale e un imperativo morale.” E mentre queste riforme attendono di essere approvate, nei sondaggi la maggioranza degli americani si è dichiarata favorevole.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button