L’aumento del consumo di cannabis da parte di adolescenti è sempre stato uno dei cavalli di battaglia del pensiero proibizionista contrario alla legalizzazione. Ebbene, nonostante le esperienze olandesi e portoghesi avessero già ampiamente dimostrato l’infondatezza di questa argomentazione, ad ulteriore conferma arriva un recente studio condotto da ricercatori della Brown University’s Alpert Medical School, che mostra come il consumo di marijuana tra gli adolescenti non sia aumentato da quando la cannabis medica è stata legalizzata in oltre 20 stati degli Usa.

LO STUDIO. Se da una parte il crescente numero di dispensari aperti negli Usa potesse far pensare ad una maggiore accessibilità e disponibilità dalla marijuana per gli adolescenti, lo studio, pubblicato sull’ultima uscita del Journal of Adolescent Health, testimonia di come questo, semplicemente non sia accaduto.
Gli autori, guidati da Esther K. Choo, scrivono: “ il nostro studio suggerisce che, almeno finora, la legalizzazione della cannabis a scopi medici non ha comportato un incremento dell’uso di marijuana negli adolescenti, una constatazione supportata da una crescente e corposa letteratura scientifica”, come riportato dal Washington Post.
I ricercatori hanno esaminato i dati relativi all’uso di marijuana da parte di adolescenti negli stati in cui la cannabis medica è ora legale, sia prima che dopo l’approvazione delle leggi di legalizzazione.

L’ENNESIMO SCHIAFFO. Tali dati, raccolti tramite i Centers for Disease Control and Prevention e attraverso sondaggi in forma anonima sottoposti annualmente a studenti degli ultimi 3 anni di “High school”, sono stati poi comparati con quelli relativi agli stati vicini dove al contrario la cannabis rimane illegale a tutti gli effetti, evidenziando come, sebbene l’uso di marijuana negli adolescenti sia abbastanza comune, questo non sia aumentato in nessuno degli stati che ha legalizzato la cannabis medica.
La ricerca è stata condotta tenendo in considerazione fattori demografici come sesso, età ed etnia in modo da evitare distorsioni nell’esito. Un terzo degli intervistati ha affermato di aver consumato cannabis almeno una volta, mentre un quinto ne ha fatto uso nell’ultimo mese.
Sebbene forse sia ancora troppo presto per una diagnosi definitiva sugli effetti della legalizzazione sul consumo da parte di adolescenti, gli inaspettati risultati di questo studio lasciano sicuramente ben sperare.

Anche l’ennesima tesi proibizionista sembra destinata ad essere smentita.

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.