Le tre nuove legalizzazioni entrate in vigore negli ultimi giorni in Usa, portano al fatto che in quasi la metà del paese la cannabis ad uso ricreativo è stata resa legale. Secondo le stime di Norml, infatti, la cannabis è ormai legale per 145 milioni di americani adulti, il 44% della popolazione, per un totale di 22 Stati (Sud Dakota compreso, vedi sotto).

In New Mexico dal 29 giugno, gli adulti potranno legalmente possedere fino a due once di erba e coltivare fino a sei piante per uso personale. La nuova legge statale sull’uso da parte degli adulti, che è stata approvata in una sessione legislativa speciale questo aprile, stabilisce anche un mercato al dettaglio regolamentato, ma le vendite non dovrebbero iniziare fino al prossimo aprile (2022).

Il primo luglio è stato il giorno della Virginia e del Connecticut, che hanno fine a decenni di proibizione giusto pochi giorni prima che il New Mexico approvasse la sua legge di legalizzazione. La Virginia è stato il primo stato del sud a fare questo passo, con la legalizzazione inizialmente prevista per il 2024, data poi modificata facendola partire dal 2021, anche se le vendite inizieranno comunque nel 2024.

Sempre il primo luglio l’erba sarebbe dovuta diventare legale anche nel Sud Dakota, ma la Corte Suprema ha invalidato la legge e ora ci vogliano mesi per l’appello.

In questi giorni anche il governatore del Connecticut Ned Lamont ha firmato una legge sull’uso da parte degli adulti. Questa legge permetterà agli adulti di possedere legalmente fino a 1,5 once di erba o concentrato in pubblico e fino a 5 once a casa. Anche in questo caso, la vendita al dettaglio sarà legale, ma non dovrebbe iniziare prima della prossima estate. I pazienti di cannabis medica potranno coltivare i loro germogli questo autunno, ma gli altri adulti dovranno aspettare fino al 2023.

“La legalizzazione è ora una realtà per quasi la metà della popolazione statunitense”, ha detto il direttore esecutivo della NORML Erik Altieri sottolineando che: “Mentre sempre più giurisdizioni continuano a mettere in atto queste politiche normative di buon senso, è imperativo che il Congresso smetta di temporeggiare e modifichi la legge federale in un modo che affronti questo divario stato/federale e rispetti la volontà degli elettori in questo crescente numero di stati”.

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.