marijuana_usaUn farmaco con lo stesso effetto antidolorifico della Cannabis, ma senza il suo ‘sballo”: un traguardo non più tanto lontano, dopo l’esperimento fatto da alcuni ricercatori del National Institute sull’alcolismo di Bethesda nel Maryland, che in laboratorio hanno riprodotto sia gli effetti analgesici che quelli di alterazione mentale indotti dalla Cannabis. A spiegarne i dettagli è uno studio pubblicato sulla rivista “Nature chemical biology”.

La Cannabis infatti è usata come antidolorifico per alleviare i dolori, ad esempio nel cancro, ma ha anche degli effetti collaterali, come allucinazioni e mobilità ridotta. Il team di ricercatori, guidato da Li Zhang, ha dimostrato che il tetracannabinolo (thc), il componente attivo della Cannabis che da’ il senso di sballo e riduce il dolore, si attacca a vari bersagli molecolari sulle cellule per produrre questi due effetti.

Da tempo si sa che il thc fa andare su di giri le persone attaccandosi a un’ancora sulle cellule, nota come recettore cannabinoide di tipo 1 (cb1). I ricercatori hanno scoperto però che il thc riduce il dolore attaccandosi invece ai recettori di un composto di glicina usato per i segnali cerebrali, aumentandone l’attività. Tramite esperimenti sui topi, hanno poi confermato che se manca il recettore della glicina o la sua attività è bloccata da un altro farmaco, gli animali provano dolore anche con il thc somministrato, confermando così che l’azione analgesica e quella psicotropa possono essere scollegate l’una dall’altra. “Abbiamo scoperto che questo recettore della glicina – spiega Lhang – può essere un bersaglio primario per lo sviluppo di Cannabis non psicoattive ma con effetti analgesici”.

fonte: Notiziario Aduc

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.