Non sembra volersi arrestare la corsa alla legalizzazione della cannabis negli Stati Uniti, alimentata da un business ormai strutturato e sempre più promettente e dalle svolte politiche che finalmente arrivano anche a livello federale, con la Camera che poche settimane fa ha votato il disegno di legge per porre fine al divieto federale sulla marijuana e la prossima vicepresidente Kamala Harris che ha già annunciato che l’amministrazione Biden intende legalizzare la cannabis in tutti gli Usa.

Senza aspettare le svolte della politica federale sono altri sei gli stati che si apprestano a procedere in autonomia per legalizzare la cannabis entro i propri confini.

Il Connecticut dovrebbe procedere per via legislativa, la maggioranza democratica ha già annunciato l’intenzione di procedere nel 2021 per due ragioni piuttosto pratiche: ormai in tutti gli stati vicini è legale e, in più, lo stato si trova alle prese con un brutto buco di bilancio e quindi le tasse della cannabis sarebbero una manna dal cielo.

Il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, è alle prese con la legalizzazione già da un po’ di tempo. Sarebbe dovuta arrivare lo scorso anno, ma le emergenze legate alla pandemia hanno rallentato i lavori e la proposta si è così arenata. Tuttavia, Cuomo è tornato all’attacco promettendo che la legalizzazione sarà approvata entro il prossimo mese di aprile.

Simile la situazione nello stato del Nuovo Messico, le cui autorità – dopo aver depenalizzato il consumo nel 2019 – vogliono proseguire attuando la legalizzazione vera e propria. Il governo dello stato ha già annunciato l’intenzione di procedere alla votazione della legge sulla legalizzazione della cannabis durante la prima sessione legislativa, ovvero nei primi due mesi del 2021.

In Pennsylvania il governatore Tom Wolf ha chiesto la legalizzazione della cannabis per contribuire a rilanciare l’economia dello stato. Tuttavia, il senato statale è controllato dai repubblicani e questo potrebbe essere un ostacolo. Difficile capire oggi come si evolverà la proposta, anche perché i repubblicani continuano ad essere molto divisi sulla legalizzazione.

La governatrice del Rhode Island, Gina Raimondo, aveva già tentato la riforma lo scorso anno, imbattendosi nell’opposizione del Senato. Tuttavia nel frattempo ci sono state le elezioni e molti dei senatori democratici che lo scorso anno votarono la proposta paiono ora più ricettivi alla nuova linea del partito espressa da Kamala Harris, ed ora stanno valutando di calendarizzare nuovamente la proposta per il 2021.

In Virginia, il governatore Ralph Northam ha firmato la depenalizzazione della cannabis la scorsa primavera. Possedere fino a 28 grammi di cannabis non è più un reato penale, anche se rimane una multa fino a 25 dollari. Tuttavia, Northam ha già annunciato che la depenalizzazione è stato solo un primo passo e la sua intenzione è quella di presentare già nei primi giorni di gennaio una proposta di legge per arrivare a una piena legalizzazione.

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.