Mentre i mercati della cannabis in Canada e Usa diventano sempre più maturi, sono sempre di più le aziende dei settori dell’alcol del tabacco che investono nel business verde.

British American Tobacco (BAT), la seconda azienda del settore tabacchi a livello globale, è l’ultima, in ordine di tempo, ad investire nella cannabis. Parliamo di un’azienda che possiede brand come American Spirit, Camel, Pall Mall, Newport, Lucky Strike, e molte altre marche di sigarette popolari, oltre a diverse marche di sigarette elettroniche e di tabacco da masticare, e che ha annunciato un investimento da 175 milioni di dollari per acquisire il 19,9% di Organigram, produttore canadese di cannabis con licenza. L’azienda, con sede a Toronto e New Brunswick, produce cannabis medica dal 2013, e ha iniziato a produrre prodotti per il mercato ricreativo una volta che il Canada l’ha legalizzata.

Il passo successivo sarà quello di creare un centro di eccellenza a New Brunswick, che sarà composto da scienziati, ricercatori e sviluppatori di prodotti di entrambe le aziende. Il nuovo centro di ricerca concentrerà i suoi sforzi iniziali sullo sviluppo di nuovi prodotti CBD, ed entrambe le aziende saranno libere di commercializzare qualsiasi prodotto sviluppato come parte di questa collaborazione.

Da sottolineare che la mossa arriva meno di un mese dopo che Kingsley Wheaton, Chief Marketing Officer di BAT, ha definito il CBD “un’eccitante area di crescita” per il “business del futuro” della compagnia.

Da non dimenticare i precedenti investimenti nel settore di Altria, il produttore delle Marlboro e di Constellation Brands, produttore della birra Corona, che ha investito in Canopy Growth.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.