A Bruxelles c’è in ballo un accordo importante sul fronte dell’ambiente. Si tratta della messa al bando di tutti i prodotti di plastica monouso: quindi non solo i famosi sacchetti della spesa, ma anche cannucce, piatti, posate, ecce cc.

Dopo mesi di intense negoziazioni – l’accordo deve ancora essere ufficialmente approvato dagli stati dell’UE e dal parlamento europeo e dovrebbe entrare in vigore tra due anni –, il provvedimento è stato accolto per ridurre l’inquinamento marino che si sta accumulando negli oceani.

Le bottiglie in PET vendute nell’UE dovranno contenere almeno il 25 percento di plastica riciclata dal 2025, arrivando al 30 percento entro il 2030.

L’UE desidera inoltre collaborare con i produttori per informare i consumatori della presenza di plastica nelle salviettine umidificate e nei filtri delle sigarette.

Sebbene l’impatto sulla salute umana non sia chiaro, recentemente studi scientifici hanno rilevato minuscole particelle, note come microplastiche, nelle feci umane, che dimostrano come attraverso la catena alimentare assumiamo plastica.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.