High times

Unione Europea: nasce la nuova agenzia per le droghe

L'Osservatorio europeo diventa un'agenzia con più poteri per spingere verso la riduzione del danno

Euda agenzia unione europea della droga
L’Osservatorio europeo delle droghe e delle dipendenze (EMCDDA) è stato trasformato nell’Agenzia dell’Unione europea per le droghe (EUDA): non è solo un cambio di nome visto che il nuovo organo, che punta all’approccio della riduzione del danno, avrà più poteri, più soldi e sarà strutturato diversamente.

L’evento che ha sancito il cambio è stato celebrato a Lisbona, dove ha sede l’agenzia, dopo il cambio di regolamento pubblicato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’UE.

LA NUOVA AGENZIA EUROPEA PER LE DROGHE

La decisione fa seguito a una valutazione esterna effettuata dalla Commissione europea nel 2018/2019, che ha evidenziato la necessità di adattamenti per far fronte all’evoluzione del fenomeno della droga.

Un’evoluzione che potrebbe andare nella direzione della riduzione del danno, e di una maggior spinta verso la liberalizzazione della cannabis, a partire dai diversi cambi di legge avvenuti nel Vecchio Continente.

Queste le principali modifiche riportate da Cannareporter, testata portoghese che ha dato risalto alla vicenda:

1. Valutazione delle minacce e avvisi: l’EUDA aumenterà la preparazione dell’UE a identificare e rispondere alle nuove minacce legate alla droga. L’agenzia emetterà inoltre avvisi attraverso un nuovo sistema europeo quando sul mercato compaiono sostanze ad alto rischio.

2. Monitoraggio del policonsumo: la nuova agenzia presterà particolare attenzione al policonsumo di sostanze, una pratica in crescita che presenta notevoli rischi per la salute.

3. Rete di laboratori: la creazione di una rete di laboratori forensi e tossicologici consentirà un efficace scambio di informazioni sulle nuove tendenze e sviluppi, oltre alla formazione di esperti nazionali.

4. Interventi basati sui dati: EUDA svilupperà e promuoverà interventi basati su prove concrete e buone pratiche, oltre a fornire ricerca e supporto sia sulle questioni sanitarie che sui mercati dei farmaci.

5. Supporto politico: l’agenzia svolgerà un ruolo cruciale nel sostenere lo sviluppo di politiche basate su prove e valutazioni indipendenti.

6. Cooperazione internazionale: l’EUDA avrà un ruolo più importante a livello internazionale, sostenendo l’UE nelle politiche antidroga nei forum multilaterali.

Unione Europea: nasce la nuova agenzia per le droghe

LA SVOLTA A DESTRA IN EUROPA METTERÀ A RISCHIO LE POLITICHE DI RIDUZIONE DEL DANNO?

L’EUDA ha affermato di essere intenzionata a sviluppare un ruolo “basato sull’evidenza” nell’approccio emergente a livello continentale alla liberalizzazione della cannabis.

Durante la presentazione alla stampa il gruppo dell’EUDA, secondo un articolo di Business of Cannabis, è stato sottoposto a pressioni per verificare se lo spostamento a destra in Europa, a seguito delle elezioni europee del mese scorso, avrebbe danneggiato la sua capacità di realizzare un approccio di “riduzione del danno” alle droghe illecite.

Il direttore esecutivo dell’EUDA, Alexis Goosdeel, ha riconosciuto che questa nuova realtà politica presentava “rischi”. Tuttavia, ha sottolineato come l’UE abbia stabilito un “approccio forte ed esplicito in relazione ai diritti umani, basato sulla riduzione del danno e sul coinvolgimento attivo della società civile”. Un approccio di riduzione del danno alla legislazione sulle droghe è visto come un percorso verso una riforma liberale che si allineerà alle convenzioni internazionali sugli stupefacenti.

Mentre si moltiplicano gli appelli dell’ONU nel chiedere un cambio di paradigma sulle droghe per passare dalla repressione violenta a una gestione che si focalizzi sulla salute delle persone e i diritti umani, di recente, per la prima volta nella storia, in una relazione della Commissione europea sugli stupefacenti, è stata messa nero su bianco la necessità di operare in direzione della riduzione del danno.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio