L’attenzione per la sostenibilità è diventata parte della mission della Adidas, nota marca di abbigliamento sportivo, e ha dato origine a una stretta collaborazione (tra le altre) con l’associazione Parley, dedita alla salvaguardia degli ambienti acquatici e in particolare quelli marini.

La ricerca di nuovi materiali e nuove tecnologie per adoperali ha portato Adidas a immettere sul mercato una scarpa che guarda al futuro, al riciclo e alla eco-responsabilità di ciascuno, coniugando lo spirito di Parley con le alte prestazioni dei prodotti che Adidas da sempre produce.

L’anno scorso era solo un prototipo realizzato con lo stampaggio 3D, ma da metà Novembre le scarpe Ultra Boost Uncaged Parley saranno in vendita nei negozi e online a 200 euro per una prima tiratura di 7000 pezzi.

Sono composte per il 95% da rifiuti di plastica dragata intorno alle Maldive e il restante 5% da altri poliestere riciclato. Ogni paio di scarpe contiene 11 bottiglie di plastica, soletta, fodera e lacci, tutto interamente realizzato con materiali a cui è stata data nuova vita.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Questo l’impegno dell’azienda: eliminare la prima plastica da tutte le filiere produttive, utilizzando solo quella di recupero. Un obiettivo che per essere raggiunto ha bisogno di un supporto tecnologico non indifferente e sul quale bisogna ancora lavorare tanto, soprattutto per abbattere i costi di trasformazione del materiale. Ma la strada intrapresa è quella corretta e praticabile.

Intanto per il 2017 hanno messo in agenda la produzione di un milione di Ultra Boost Uncaged Parley e stanno lavorando alle nuove divise di Real Madrid e Bayern Monaco, anch’esse realizzate interamente con polimeri di recupero.





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.