Da quasi venti anni, un veterano di guerra che ha perso nel corso del tempo entrambe le gambe, si sveglia alle 5 del mattino per coltivare alberi sulle montagne della provincia settentrionale di Hebei in Cina. Da solo, con una vanga e una zappa, ne ha piantati più di 17mila.

All’inizio Ma Sanxiao, oggi settantenne, lo faceva per racimolare soldi per la famiglia molto povera, poi quando non ce ne sarebbe stato più bisogno, ha continuato trasformando questa attività in una missione a favore delle future generazioni che ne beneficeranno.

Da quando nel 2008 la sua storia è divenuta nota, il governo cinese si è impegnato a fornire un sussidio economico al signor Ma. La pubblicità gli ha anche portato compagnia sotto forma di volontari che lo aiutano quando possono. Il signor Ma ora dice che continua a piantare alberi come mezzo per “ripagare la società e ringraziare il governo per il suo aiuto”.

 





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.