Terapeutica

Ucraina: verso la legalizzazione della cannabis medica

L'ha annunciato il ministro della Salute sottolineando che lo scopo sarà anche quello di contrastare gli effetti della guerra sulla salute mentale

La bandiera dell'Ucraina, che si appresta a legalizzare la cannabis medica
L’Ucraina si appresta a legalizzare la cannabis in medicina anche per scongiurare gli effetti negativi che la guerra in corso potrebbe avere sulla salute mentale della popolazione.

L’annuncio stato fatto nei giorni scorsi direttamente da ministro della Salute Viktor Liashko, che ha scritto su Facebook che il gabinetto aveva approvato una proposta di legge per la legalizzazione della cannabis terapeutica.

“Comprendiamo gli effetti negativi della guerra sulla salute mentale. Comprendiamo il numero di persone che avranno bisogno di cure mediche a causa di questa esposizione. E capiamo che non c’è tempo per aspettare”, si legge nel post.

Secondo il Kyiv Post, il progetto di legge ora dovrà passare vaglio del Parlamento dove dovrà ottenere almeno 226 voti per essere approvato. Si tratta una versione rielaborata di un precedente disegno di legge proposto nel 2021, che i legislatori ritengono possa avere un maggiore sostegno ora a causa della guerra in corso.

UCRAINA: COSA PREVEDE LA PROPOSTA DI LEGGE PER LA CANNABIS MEDICA

Il provvedimento include più di 50 condizioni qualificanti per la prescrizione di cannabis, tra cui il cancro, il disturbo da stress post-traumatico (PTSD), le malattie neurologiche e il dolore cronico neuropatico, si legge nel rapporto. Il provvedimento prevede controlli severi su coltivazione, produzione e vendita. La legislazione propone una licenza per le attività economiche e per la coltivazione di ceppi per scopi medici e di ricerca scientifica.

Secondo una sondaggio del 2020 il 65% degli ucraini sarebbe favorevole alla legalizzazione della cannabis medica: ora non resta che vedere cosa deciderà il Parlamento.

 

 

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button