High timesIn evidenza

Germania: la legalizzazione favorirà il turismo?

A seguito dell'ormai prossima legalizzazione della cannabis per uso adulto, la Germania potrebbe anche favorire il settore turistico

Ragazza con cappello vista da dietro, sventola bandiera tedesca davanti al Nuovo Municipio in stile neo-gotico di Monaco di Baviera

Che la Germania sembri destinata a legalizzare la cannabis per uso adulto ve lo raccontiamo da un po’, ma possiamo anche azzardarci a dire con i suoi oltre 80 milioni di abitanti, potrà diventare uno dei maggiori mercati mondiali di cannabis ricreativa e favorire nel contempo il settore turistico.

Solo a giugno di quest’anno, il governo tedesco ha tenuto cinque audizioni per discutere il quadro della legalizzazione della cannabis per uso adulto, a cui hanno partecipato rappresentanti del governo tedesco e più di 200 persone provenienti da vari settori commerciali, dal settore medico, legale ed esperti internazionali del settore cannabico.

Sono infatti già numerosi i portatori d’interesse che hanno investito nel settore e che puntano il tutto e per tutto sulla cannabis ricreativa grazie alle opportunità offerte a seguito di una prossima regolamentazione nel Paese teutonico.

GERMANIA: LEGALIZZAZIONE E TURISMO

Sebbene i criteri precisi secondo i quali verrà attuata la legalizzazione per uso ricreativo adulto debbano ancora essere determinati e non si sappia ancora se e come i visitatori di altri Paesi dell’Unione Europea e di altre parti del mondo saranno in grado di acquistare e utilizzare cannabis all’interno del Paese, si prevede già che la legalizzazione in Germania favorirà anche il settore turistico, in particolare quello proveniente dai Paesi vicini.

Comunque saranno definite le linee guida sulla legalizzazione della cannabis, è facile immaginare come i turisti potranno usufruire di, o acquistare, la cannabis tramite amici e conoscenti locali, il che porterebbe la domanda totale del mercato ad un aumento forfettario del 10%, secondo il famoso economista tedesco Justus Haucap, come riporta un recente articolo di The Fresh Toast.

Si dovrà inoltre tener conto del fatto che le leggi antidiscriminatorie dell’Unione Europea renderebbero difficile vietare ai residenti dell’UE di acquistare cannabis se già lo faranno i cittadini tedeschi.

66% AMERICANI VISITEREBBE DISPENSARIO IN GERMANIA

Secondo lo “European Cannabis Market Survey” del 2022 condotto da Bloomwell Group, oltre il 66% dei consumatori di cannabis americani intervistati ha dichiarato che “visiterebbe un dispensario di cannabis o un Cannabis Social Club” in Germania. Inoltre, il 44% ha dichiarato che si sarebbe recato in Germania appositamente per turismo legato alla cannabis.

Altri paesi che hanno legalizzato la cannabis per uso ricreativo hanno dimostrato che l’attrattiva di questi settori per i turisti dipende anche dall’infrastruttura di vendita che sono in grado di offrire. Ad esempio, ecco alcune opzioni che possono essere considerate come parte delle future politiche tedesche di legalizzazione della cannabis per uso adulto.

GERMANIA: OPZIONI POSSIBILI PER CONSUMO TURISTICO

Difficilmente i luoghi del consumo di cannabis da parte dei turisti prenderanno spunto dai Coffee Shop olandesi e dalla farraginosa politica che ne tollera il consumo all’interno di questi spazi, ma non ne legalizza la vendita.

È più probabile che seguiranno invece il modello dei Cannabis Social Club spagnoli, sebbene non godano di ottima salute, e ancora più probabile che seguiranno l’esempio delle Social Consumption Lounges che hanno iniziato a spopolare negli Stati Uniti. Simili a un bar che serve alcolici, le sale di consumo sociale consentono ai consumatori di almeno 21 anni di età di acquistare infiorescenze di cannabis, edibili e altri prodotti e consumarli in un luogo di ritrovo sociale.

Le lounge di consumo sociale stanno guadagnando popolarità nei mercati maturi per adulti come la California e l’Alaska, ma sono in totale 7 gli Stati americani che dispongono di queste sale e altri 4 Stati sono in procinto di predisporle entro l’anno. Similmente ai dispensari, queste sale di consumo hanno spesso dei budtender, ovvero degli impiegati specializzati che consigliano i consumatori durante il processo di acquisto.

Ma cosa sono i dispensari? Sono la norma nei mercati per adulti come il Colorado e la California. Si tratta di vetrine al dettaglio regolamentate dal governo locale in cui le persone possono acquistare infiorescenze di cannabis e altri tipi di prodotti a base di cannabis, dietro consiglio dei budtender, qui però, a differenza delle sale di consumo non è possibile consumare la cannabis in loco.

Se nei possibili, futuri dispensari tedeschi sarà invece consentito, questo è ancora tutto da stabilire, sia per i residenti, che per i non-residenti.

Staremo a vedere.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button