Ambiente e natura

Trivelle a tutta forza: il piano del governo per una transizione energetica “sostenibile”

Via libera all’aumento della produzione nazionale di gas e petrolio. Una scelta scellerata, tutt'altro che sostenibile

Trivelle

Il 28 Dicembre 2021 il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, ha approvato il Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree idonee (PITESAI), anche se la notizia viene resa pubblica solo ora.

Cosa prevede questo piano? Semplice, trivelle dappertutto. Altro che transizione energetica “sostenibile”.

A lungo ce l’hanno tirata con il “caro gas”, aggiungendo la falsa equivalenza trivelle = risparmio in bolletta così da farla bere all’italiano medio, che magari finisce pure per crederci.

Sulla scia di questo miraggio è arrivato il via libera all’aumento della produzione nazionale di gas e petrolio a partire dall’Adriatico, Ravenna in primis, e seguire a trivellare come da mappa.

Mappa delle aree idonee all sfruttamento “sostenibile” di petrolio e gas in Italia
La mappa delle aree idonee all sfruttamento “sostenibile” di petrolio e gas in Italia

Essenzialmente è la stessa mappa che esiste da sempre! Sia per il mare sia per la terraferma in Basilicata, Emilia Romagna, Abruzzo, Veneto, Molise, Lombardia, Sicilia, Calabria. Il Friuli Venezia Giulia è una new entry! Salve solo la Valle D’Aosta, il Trentino Alto Adige, la Liguria e l’Umbria, dove trivelle non ce ne sono mai state.

Non è cambiato nulla rispetto alle mappe precedenti, se non il colore azzurrino per evidenziare i siti.

Secondo Cingolani e Draghi, con le trivelle nuove e vecchie si può arrivare a una sorta di indipendenza energetica che ci porterà alla transizione energetica “sostenibile”.

Vogliono farci credere che per avere meno fossili ci vogliono più fossili! Lo chiamano revamping, è invece distruzione, bruttezza, inquinamento e morte.

Più gas e petrolio cerchiamo, più infrastruttura viene costruita e più i costi di tale infrastruttura per essere ammortizzati hanno bisogno di maggiore gas e petrolio. In pratica non ne usciamo più.

Cosa possiamo fare? Protestare, mettere pressione ai politici a livello locale e nazionale. Organizzare eventi,  ricordare che il pianeta è sulla via del collasso.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button