Il governo ha ripristinato le tabelle delle sostanze stupefacenti, ma tale ripristino risponde all’esigenza di avere sul piano scientifico un supporto alla distinzione fra droghe leggere e droghe pesanti.

Tuttavia pare che la valenza delle tabelle non sia puramente amministrativa, come invece sostenuto dal ministro della salute Lorenzi, bensì produrrebbe effetti anche penali.

Di seguito le dichiarazione del ministro Lorenzin: “Siamo intervenuti per ripristinare le tabelle solo in via amministrativa sia per gli stupefacenti che per i medicinali. Non incidiamo sulla parte penale, perché’ rinviamo la discussione sul decreto a un approfondimento interministeriale e parlamentare sulla configurazione dei reati e che certamente non si può’ fare sull’onda dell’emergenza. Siamo intervenuti per evitare che alcune sostanze vietate diventassero legali”.

contro-la-fini-giovanardi

Stefano Anastasia, presidente della Società della Ragione, precisa però: “Se le tabelle restano quelle della Iervolino-Vassalli, non ci sono problemi: potrebbero averle aggiornate aggiungendo le nuove sostanze. Ma se invece le tabelle inserite nel nuovo decreto sono quella della Fini-Giovanardi, allora ci sarebbero effetti sanzionatori.
Il ministro Lorenzin dice che è stato fatto solo un adeguamento delle tabelle, per ricomprendervi sostanze più recenti e quindi immagino le tabelle restino quelle della Iervolino-Vassalli. Erano quattro e la cannabis era nella seconda. Invece nella Fini-Giovanardi erano due e la cannabis era nella tabella I, insieme a cocaina ed eroina. Non avendo le carte dobbiamo fidarci di quanto detto oggi dal ministro della Salute: nessuna conseguenza sul fronte penale da quanto deciso dal governo, quindi nel decreto non c’è nulla, non possono aver riproposto in un’unica tabella cannabis e droghe pesanti”.

Ulteriori approfondimenti e aggiornamenti a cura del nostro legale di fiducia e tra i massimi esperti in materia, l’avv. Carlo Alberto Zaina, sul forum di Enjoint.





One Comment

  1. legalizzare al più presto… grazie

Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.