a
Dal rap, passando per i suoni della drum’n’bass, arrivando ad un nuovo documentario che racconta la città di Bristol, culla della musica elettronica inglese degli ultimi venti anni e più, oscurata da Manchester quando lì esplodeva lo scenario dubstep, ma che comunque non ha mai smesso di vivere e di avere un ruolo centrale nei suoni che dall’Inghilterra si diramano nelle casse di tutti gli impianti.

In breve, il cortometraggio, fa capire nel migliore dei modi i vari passaggi sonori della città, quali sono i punti di forza e soprattutto far comprendere i meccanismi sociali che si sono innescati, che si innescano tutt’oggi e che si innescheranno nel futuro prossimo. 
Pregevole sia da un punto di vista tecnico che del contenuto. Da vedere al volo.

a cura di Francesco Cristiano
www.ciroma.org





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.