img2

«Amo l’industria. Amo le cose artificiali. Mi piace vedere la gente al lavoro, e mi piace vedere fanghi e rifiuti di origine antropica.»

111 foto in bianco e nero del regista David Lynch, conturbanti come i suoi film, sono state esposte al Mast (“Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia”) di Bologna in occasione della mostra “The Factory Photographs”, dal 17 settembre al 31 gennaio 2014. Tolti i panni da regista il famoso cineasta si interfaccia con l’obiettivo della macchina fotografica lasciandoci a bocca aperta ancora una volta.

img3 1

Scatti raccolti tra gli anni Ottanta e il Duemila tra New York, New Jersey, Los Angeles, Inghilterra, Polonia e Berlino che mettono in primo piano le nuove “cattedrali” moderne. Vetri spezzati, comignoli, fabbriche abbandonate, ciminiere sono i soggetti principali delle foto in cui si palesa la fascinazione verso tutto ciò che riguarda l’industrializzazione nel senso più ampio.
Il suo tocco è evidente e si può rivedere nelle atmosfere, nei soggetti scelti e nelle sequenze oniriche ed enigmatiche. 
Industrial Soundscape, Bug Crawls, Intervalometer: Steps sono i 3 cortometraggi proiettati durante la mostra che evidenziano il nesso dei temi a lui cari tra i suoi film e la sua fotografia.

img4

Acirne

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.