High times

THC-O: derivato all’ennesima potenza

THC-O: derivato all'ennesima potenza
Per molti consumatori di cannabis, la prima reazione di fronte ad un cannabinoide presumibilmente tre volte più forte del THC potrebbe essere di entusiasmo, sconcerto o perplessità. Ad ogni modo, chiunque abbia un interesse anche passeggero per i cannabinoidi terapeutici, alternativi, derivati ​​dalla canapa o affini dovrebbe conoscere il THC-O, un cannabinoide sintetico arrivato di recente alla ribalta in Usa.

Cos’è il THC-O?

L’acetato di THC, o THC-O, è un analogo sintetico (o gemello chimico) del THC. Ciò significa che, sebbene il THC-O sia effettivamente un cannabinoide, non è presente in natura e può essere prodotto in sicurezza solo tramite tecnologia.

Sono necessarie una serie di estrazioni per generare THC-O. A differenza del delta-8 THC, che è un fitocannabinoide naturale nella pianta di Cannabis sativa L. , il THC-O non può essere trovato naturalmente nella pianta di canapa. Il THC-O può essere prodotto solo in un laboratorio, una distinzione importante per l’analisi legale. Il materiale risultante dal processo di acetilazione è un isolato di THC incredibilmente potente che si presenta sotto forma di un liquido denso e marrone. Destano serie preoccupazione, le istruzioni che si trovano online, su come sintetizzare THC-O-acetato da chimici dilettanti o appassionati nei forum che vanno da YouTube a Reddit. I processi di conversione coinvolgono solventi altamente volatili, inclusa l’anidride acetica, e dovrebbero essere effettuati solo da professionisti qualificati in laboratorio con misure di sicurezza.  Questo processo elimina tutti i terpeni e i flavonoidi, lasciando un prodotto finale insapore, inodore, denso e di color ambrato.

A causa del processo unico di produzione del THC-O, esso si presenta sotto forma di un olio denso con una leggera sfumatura ed è solubile in etanolo. Essendo insapore e inodore, come tutti i cannabinoidi isolati, e come gli estratti di cannabinoidi che conosciamo, può essere utilizzato come ingrediente attivo di base per formulare qualsiasi cosa, dagli oli da svapo agli edibili.

La ricerca, la regolamentazione e i dati sul cannabinoide e sui suoi effetti sono scarsi, ma i ricercatori hanno concluso che il THC-O è un “profarmaco” o comunque un composto, che deve essere metabolizzato per attivarsi. Una volta che il THC-O viene metabolizzato, ciò che essenzialmente rimane è una variazione altamente biodisponibile del delta-9 THC, il che significa che tale variazione viene assorbita e circola bene nel sistema endocannabinoide. Poiché la biodisponibilità aumenta speculativamente alla stessa potenza, non dovremmo meravigliarci se questo composto salti alla ribalta del futuro mercato farmaceutico dei cannabinoidi.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button