Le storie, i luoghi che riprendono vita, i sentimenti. E la canapa. Il film Terre di Cannabis diretto da Gianluca Marcon racconta il sogno di Jacopo, il protagonista, che vuole trasformare l’Abruzzo nel più grande campo di canapa al mondo.

«L’idea di girare il film mi è venuta quando dopo anni ho rivisto Jacopo Paolini, mio amico di vecchia data ed ex compagno di squadra. Mi ha raccontato di ciò che stava facendo è da lì è nato tutto», spiega Marcon a Canapaindustriale.it. La sceneggiatura segue i registri del documentario, raccontando il passato e il presente di piccoli territori che stanno rinascendo. Jacopo, nativo abruzzese, ha lasciato le montagne e le strade sterrate da ragazzo per cercare fortuna altrove.
L’idea di Jacopo ha ripopolato i paesi, svuotati dopo il terremoto del 2009, portando lì anche persone che vivono in altre zone d’Italia. Nel 2012 ha fondato la sua società che produce estratti e oli e ha alle sue dipendenze 30 lavoratori.  Oltre agli agricoltori collaborano anche ricercatori, farmacisti, tecnici di laboratorio e professionisti del settore medico.

Oltre che regista, Marcon è anche fondatore di FuFilm, associazione fondata a Bologna nel 2001 che cura progetti di cinema del reale con una particolare attenzione ai temi sociali. Il documentario è stato presentato con successo al Festival di Cineambiente, rassegna cinematografica dedicata ai film che trattano di sostenibilità ambientale. Essendo un’opera indipendente difficilmente verrà trasmessa sui primi canali televisivi nazionali, anche se il regista assicura che sta valutando diverse proposte di distribuzione.

Fonte: cannabisindustriale.it





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.