Ssssh_-_Ten_Years_AfterSe li sono dimenticati tutti, almeno qui da noi, ma ci fu un tempo in cui i Ten Years After erano famosi e riveriti, e non solo nei circoli esoterici del rock blues.

Non fu proprio nel periodo che andiamo a raccontare, il 1967/68 degli inizi, ma un po’ più in là, intorno a Woodstock; perché i TYA parteciparono a quella storica cerimonia e per sei minuti, non poco, trionfarono anche nel film con cui Michael Wadleigh immortalò il festival. Si vedeva il capelluto Alvin Lee, leader e fiammeggiante chitarra della band, vorticare senza pausa sulle note di Goin’Home, uno dei brani più classici del repertorio; ed era un bel gioco che piaceva, non proprio come i prodigi di Santana o Hendrix, ma un bel gioco di prestigio comunque.

Per ricordarli o meglio conoscerli, provate ad ascoltare Ssssh, quarto album della band inglese pubblicato nel ‘69. I Ten Years After suonano come desiderato, sporco e swingante, non si calano negli abissi dell’intensità blues, curano poco le sfumature e badano piuttosto a pungere l’attenzione con rapide stilettate di chitarra, con il teso accompagnamento di basso e batteria e il gonfio suono di Hammond di Chick Churchill.

fonte: delrock.it
a cura di Bloodymama

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.