images (2)Fino a qualche tempo fa Dusan Makavejev era conosciuto solo in una cerchia ristretta come il più importante regista iugoslavo della nuova generazione. Divenuto una specie di profugo intellettuale, ma senza rompere i suoi difficili rapporti con Belgrado, il regista ha realizzato questo SWEET MOVIE mettendo in piedi un’acrobatica coproduzione franco-canadese-tedesca. Si tratta di una doppia favola intessuta di simboli irridenti, a volte per la verità anche oscuri.

Da una parte si susseguono le disavventure erotiche di Miss Mondo 1984, che sposa il miliardario texano Mr Kapital senza apprezzarne il fallo d’oro, viene brutalizzata da un negro muscolare e violentata sulla Tour Eiffel da un falso cantante messicano; per finire a imparare l’abc dell’esistenza presso la Therapie Komune di Vienna, dove gli adepti gavazzano e defecano in allegra simbiosi. Dall’altra parte, senza connessione apparente, si narra la storia di Lev Bakunin, l’ultimo marinaio del Potiomkin, che a bordo di un’imbarcazione fluviale ornata del testone di Marx, diventa l’amante della capitana e viene accoltellato da lei sopra un letto di zucchero («il bisogno di distruggere è anch’esso un bisogno creativo»). A differenza che nei suoi film jugoslavi, però, Makavejev disperde la sua amarissima satira in troppe direzioni.

fonte: Da Tullio Kezich, Il Mille film. Dieci anni al cinema 1967-1977, Edizioni Il Formichiere
a cura di Bloodymama

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.