Comunicazioni promozionali

Sweet Cherry Pie® e Bruce Banner Auto®, le tue scorte in perfetta simbiosi

Due varietà di Sweet Seeds totalmente diverse ma ugualmente strepitose

Foto dei due strain di Sweet Seeds descritti nell'articolo: Bruce Banner Auto e Sweet Cherry Pie

Ci sono momenti in cui non si riesce a prendere decisioni semplici, come scegliere i prossimi strain da coltivare. A volte la scelta migliore è optare per due varietà completamente diverse. Soprattutto se hai due aree di coltivazione separate o se coltivi sia indoor sia outdoor.
Nel mio caso è successo proprio quando stava iniziando la stagione outdoor, così ho deciso di coltivare Bruce Banner Auto® (SWS91) per l’outdoor e Sweet Cherry Pie® (SWS92) per un’avventura indoor. 

E così è iniziata, con 3 semi di Bruce Banner Auto® in vasi da 30 litri all’aperto e 4 semi di Sweet Cherry Pie® in vasi di 30 litri indoor. Tutti i semi sono germogliati in meno di 72 ore. Le outdoor sono partite in vasi da 1 litro e le indoor in vasi da 500 ml. Per i primi 14 giorni tutte le piante sono state coltivate insieme e illuminate da un totale di 68 watt di luci CFL. Al 14° giorno sono state trapiantate nei vasi definitivi prima menzionati, e posizionate nelle loro aree di crescita e fioritura. Le 3 Bruce Banner Auto® sono state messe in un balcone soleggiato dove ricevevano luce diretta dalla mattina presto fino al tramonto. Le 4 Sweet Cherry Pie® sono state messe in un box per la coltivazione di 80x80x160cm, l’ideale per 4 piante in vasi da 30 litri. 

Giunti al 21° giorno, le piante di Bruce Banner Auto® si erano già adattate del tutto alla luce solare e crescevano rapidamente, raggiungendo altezze intorno ai 20 cm. Invece le piante di Sweet Cherry Pie® erano un po’ indietro, come previsto, e misuravano circa 16 cm. Al 28° giorno le piante outdoor hanno iniziato a mostrare i primi pistilli, e lo stesso giorno ho cambiato il fotoperiodo nel box da 18/6 a 12/12. Ho usato luci HPS da 400w, che trovo ideali per questo spazio con il mio estrattore d’aria RVK di 125mm. 

Tra il 28° e il 35° giorno le piante si sono allungate da vere campionesse, con le Bruce Banner Auto® che toccava i 40 cm di altezza e le Sweet Cherry Pie® tra i 34 e i 38 cm di altezza. Al 42° giorno dalla germinazione le piante outdoor stavano già accumulando i pistilli nei siti di sviluppo delle cime, andando a formare bellissime infiorescenze. 

Allo stesso tempo, le quattro piante indoor di Sweet Cherry Pie® erano un po’ indietro, ma avevano la maggior parte dei fiori livellati orizzontalmente come risultato dell’applicazione della tecnica LST effettuata un paio di settimane prima. Al 63° giorno le tre piante di Bruce Banner Auto® erano mature e pronte per essere colte, con le cime che presentavano bellissimi colori e fantastiche fragranze. 

E così, dopo otto settimane e mezzo di fioritura, la compagine indoor composta da 4 Sweet Cherry Pie® con fragranze strepitose era pronta per il raccolto. Eravamo giunti alla fine di giugno e io già avevo le piante outdoor pronte per essere fumate o vaporizzate. Sono anche riuscito a pesarle: hanno avuto una resa incredibile di 372 grammi. 

Due settimane dopo, le 4 Sweet Cherry Pie® erano già essiccate con anche qualche giorno di conciatura. Il sapore di biscotti fatti in casa e di ciliege era molto evidente in tre delle quattro piante, una vera festa per le papille gustative. Le piante hanno prodotto 315 grammi di deliziose infiorescenze. Per quanto riguarda gli effetti, questa pianta è ideale per gli amanti degli ibridi Indica/Sativa per via degli effetti rilassanti e ben bilanciati che facilitano la creatività stimolando al contempo l’attenzione e la concentrazione.  

Entrambi i raccolti mi hanno assicurato scorte per almeno 6 mesi. Inoltre, i due strain si combinano alla perfezione tra loro. È come una dolce simbiosi. I miei barattoli di Bruce Banner Auto® sono pieni di una varietà prevalentemente Sativa, autofiorente e coltivata all’aperto. I miei barattoli di Sweet Cherry Pie® ospitano la più meravigliosa e saporita varietà Indica, dipendente dal fotoperiodo e coltivata indoor. Il meglio di entrambi i mondi, da Sweet Seeds®.  

Testo a cura di Tommy L. Gomez
Foto di Sweet Seeds

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button