La Commissione Sanitaria Svizzera della Camera e il Consiglio Nazionale Svizzero, lo scorso venerdì 30 aprile, con 13 voti contro 11 (con un’astensione) ha votato a favore del progetto pilota per la legalizzazione della cannabis.

Secondo la Commissione sanitaria lo Stato dovrebbe controllare la produzione e il commercio di canapa, depenalizzandolo, adoperandosi però anche a proteggere i giovani e i consumatori.

Una votazione storica che potrebbe rendere la Svizzera il primo paese in Europa a consentire una filiera legale di cannabis per uso adulto, secondo quanto riportato dal notiziario svizzero, Zürichsee-Zeitung. Tuttavia, questo è solo il primo importante step per il progetto pilota di legalizzazione della cannabis in Svizzera: dopo i lavori delle Commissioni, il parere definitivo spetterà al Consiglio degli Stati.

L’Ufficio Federale Svizzero della Salute Pubblica rende noto già da tempo stanno conducendo studi scientifici di ricerca sui consumatori di cannabis al fine di offrire “una base scientifica per la futura regolamentazione della cannabis”. Questi test saranno condotti parallelamente alla legislazione che si fa strada attraverso le camere di rappresentanza del parlamento svizzero.

Il programma di prova è la prosecuzione di un emendamento alla legge federale sugli stupefacenti e sulle sostanze psicotrope approvato dal governo svizzero lo scorso settembre. I regolamenti approvati consentono una base giuridica per condurre sperimentazioni pilota scientifiche sulla cannabis. Lo studio di ricerca del governo svizzero richiede che la cannabis debba essere biologica, prodotta in Svizzera e contenere non più del 20% di THC.

L’Ufficio federale della sanità pubblica svizzero ha anche rilasciato una dichiarazione secondo la quale gli attuali divieti sulla cannabis sono inutili, poiché “nonostante tale divieto, il consumo è elevato, il mercato nero prospera e la sicurezza degli utenti non è garantita”. Non solo perché secondo Heinz Siegenthaler, il deputato che ha lanciato l’iniziativa parlamentare, “il divieto del consumo della cannabis, rispetto alle droghe legali, non verte su attuali ragioni scientifiche, tanto più che la nocività del tabacco e dell’alcool non è inferiore. Quest’incoerenza morale e giuridica si giustifica sempre meno”.

Secondo alcune stime, in Svizzera ci sono circa 500mila consumatori adulti di cannabis illegale. La Svizzera ha già abolito l’azione penale per il possesso di piccole quantità di cannabis, con meno di 10 grammi è prevista solo una multa di 100 franchi. Anche la vendita di cannabis “light” con meno dell’1% di THC è legale nel paese.

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.