Quello che si è instaurato circa un anno fa fra capitalismo e pandemia è un rapporto altalenante e imprevedibile che ha palesato due verità parecchio condivise nell’opinione pubblica: se da una parte le attività miliardarie delle persone più ricche non sono immuni agli effetti collaterali di una emergenza sanitaria, dall’altra proprio grazie al coronavirus altre sono diventate ancora più ricche.

Jeff Bezos è anche nel 2021 l’uomo più ricco del mondo

A metà Marzo 2020, mentre tutti iniziavamo a fare i conti con lockdown e chiusure, Forbes completava la lista delle persone più ricche e potenti del globo, stimando 2.095 miliardari, di cui più della metà suddivisi fra USA e Cina. Poco prima, a metà febbraio dello stesso anno, i miliardari che Forbes pensava di mettere in lista erano 2.321, ben 226 in più rispetto a quelli che sarebbero poi stati.
Il coronavirus era appena entrato nelle nostre vite e già alcuni fra i ricchissimi ne sentivano gli effetti sui portafogli. A seguire i mercati azionari globali sono crollati e la loro stretta soffocante su America ed Europa ha dissolto parecchie fortune e impoverito una parte abbondante dei ricchi da “platea”, cioè quelli che non sono così ricchi da finire ogni anno nella top 100 di Forbes, ma che comunque fanno da audience per chi invece ci riesce. In linea generale, se qualcuno avesse dovuto tirare delle somme riguardo i super ricchi del 2020 avrebbe di certo notato una contrattura nelle finanze di molti di loro. Moltissimi davvero ricchi, tra cui Adam Neumann (WeWork), hanno visto la loro fortuna dissanguata del 51% rispetto al 2019. Forbes ha fatto un po’ di calcoli e dal 2019 al 2020 il valore dei miliardari nel mondo è calato di 700 mld.

Inutile dire che parliamo sempre di cifre altissime e di capitali immensi per cui, nel 2021, mentre buona parte del globo ancora fatica a rialzarsi dopo il volo in picchiata del 2020, non sorprende che taluni invece abbiano accresciuto il loro patrimonio in maniera esorbitante e forse come nessuno aveva mai fatto prima. Esatto, l’aggiornamento annuale di Forbes sottolinea per il 2021 un arresto nelle finanze di molti, ma dei decolli strepitosi per alcuni pochissimi eletti, e anche un aumento nelle registrazioni dei nuovi miliardari. Sono circa 500 le new entry nel mondo dei ricchissimi e già solo al quarto mese del 2021 hanno guadagnato 8 mila miliardi in più rispetto a quanto avevano fatturato gli ultra ricchi del 2020. Da questo punto di vista, la crisi sanitaria ha dapprima segnato una battuta d’arresto per i miliardari, ma è stata poi un motore propulsore per alcuni di loro. Fra tutte le meteore di Forbes è ormai consolidato Eric Yuan, il fondatore e CEO di Zoom.

Jeff Bezos e Amazon sono al primo posto per il quarto anno di fila. Il patrimonio si aggira oggi intorno ai 177 miliardi di dollari. Amazon è stata forse una delle pochissime multinazionali che nell’anno di grande sconforto ha visto aumentare il suo valore. L’aumento dell’e-commerce è stato quasi del 100% lo scorso anno e continua di gran corsa anche in questi mesi. Di certo non si arresterà, ma anzi troverà nuovi metodi di espansione e aumento di profitto.

Il numero due della classifica di Forbes è Elon Musk, il signor Tesla. Il valore del brand è quintuplicato quest’anno e la popolarità di Elon Musk, protagonista di alcune bravate mediatiche come il suo intervento “gamestonk” a proposito della vicenda Gamestop, vola come le sue visioni. Per l’opinione pubblica è un genio illuminato che ha fatto dei suoi giochi la sua ricchezza e viceversa.

All’altro capo del mondo, dove la distanza sociale fra ricchi e non ricchi è ancora più evidente, chi ha saputo cogliere dalla pandemia un’occasione di guadagno estremo è Bom Kim. Coupang è un’azienda della Corea del Sud che si occupa di e-commerce e l’anno scorso è letteralmente esplosa per le richieste. Mentre Elon Musk aumentava la sua crescita del 560% Bom Kim era già al 670%. In percentuale, l’azienda Coupang e il suo fondatore sono il soggetto economico che più di tutti si è arricchito durante la pandemia.

Di seguito, la classifica delle 10 persone più ricche del mondo.

#1 | Jeff Bezos
Patrimonio: 177 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: Amazon
Residenza: Seattle

#2 | Elon Musk
Patrimonio: 151 miliardi di dollari
Fonti di ricchezza: Tesla, SpaceX
Residenza: Austin, Texas

#3 | Bernard Arnault
Patrimonio: 150 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: beni di lusso
Residenza: Parigi

#4 | Bill Gates
Patrimonio: 124 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: Microsoft
Residenza: Medina, Washington

#5 | Mark Zuckerberg
Patrimonio: 97 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: Facebook
Residenza: Palo Alto, California

#6 | Warren Buffett
Patrimonio: 96 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: Berkshire Hathaway
Residenza: Omaha, Nebraska

#7 | Larry Ellison
Patrimonio: 93 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: software
Residenza: Lanai, Hawaii

#8 | Larry Page
Patrimonio: 91,5 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: Google
Residenza: Palo Alto, California

#9 | Sergey Brin
Patrimonio: 89 miliardi di dollari
Fonte di ricchezza: Google
Residenza: Los Altos, California

#10 | Mukesh Ambani
Patrimonio: 84,5 miliardi di dollari
Fonti di ricchezza: varie
Residenza: Mumbai, India





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.