In evidenzaTerapeutica

Sulla cannabis terapeutica la presa in giro è continua

Il punto della situazione sulla dispensazione e sulla carenza di cannabis in Italia, con le previsioni che, anche per il 2022, non fanno ben sperare

Foto di due mani con dei guanti in lattice indossati e una manciata di cannabis terapeutica

Ed eccoci al periodo peggiore dell’anno: dicembre. Peggiore perché da anni a questa parte, data la carenza di cannabis, le importazioni si fermano causa esaurimento quote e festività.

E ovviamente, questo è l’anno peggiore di sempre. Con tante prese in giro, vediamo quali e perché.

I bandi di importazione e coltivazioni in Italia

Non pervenuti. Chiariamoci: si è parlato di bandi per autorizzare la coltivazione in Italia, ma quelli sono un qualcosa che SE vedrà la luce richiederà ANNI prima che le farmacie possano vedere i fiori di queste coltivazioni private.

Nel frattempo, se non si fossero voluti prendere in giro i pazienti e lasciarli senza terapia, essendo scaduto a luglio 2021 il bando di importazione della cannabis canadese, ci si sarebbe potuti organizzare per farne uscire un altro il mese successivo o (essendo agosto mese feriale) a settembre. Nulla.

Le quote del bando di importazione

La carenza nel 2021, su un totale di 1200 kg effettivamente disponibili (stima) e il fabbisogno di 3mila kg stimati dall’INCB, è ormai nota e stranota: ne hanno parlato TG, report giornalistici, associazioni, articoli di giornale e si è addirittura istituto un “tavolo tecnico” ministeriale sull’argomento.

Visto che con il 1° bando si erano importati 100kg/anno e col secondo 200kg/anno sapete qual è la mirabolante quantità di cui si parla per il prossimo? 350 kg/anno, BEN 150kg/anno in più. Se non è una presa in giro questa…

Le quote del Farmaceutico Militare di Firenze per il 2022

Negli ultimi 3 anni lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze è stato autorizzato dal Ministero della Salute “Valutato il fabbisogno nazionale” a produrre (dati ufficiali):

  • 350 kg nel 2019 e ne ha prodotti 123 kg
  • 500 kg nel 2020 e ne ha prodotti 37 kg (!)
  • 500 kg nel 2021 e non sappiamo ancora quanti ne ha prodotti, stime non ufficiali ottimistiche parlano di 150kg

Bene, dov’è la presa in giro? Che per il 2022, l’anno successivo al peggiore di sempre, ne sono stati autorizzati 400 kg, 100 in meno!
Certo, si può argomentare che comunque la produzione annuale non c’è mai andata vicino, che 100 kg potrebbero essere stati per test interni, ecc… Ma al di là di tutto, c’era bisogno di RIDURRE i quantitativi autorizzati?

Fine anno/nuovo anno

Sapendo come funzionano le tempistiche e le festività, tutto quanto descritto sopra è ben noto agli addetti al lavoro, tecnocrati compresi.

Incluso il fatto che fino a febbraio 2022 non arriverà cannabis nelle farmacie, ergo quella che (non) c’è oggi è quella che dovrà bastare fino a febbraio 2022.

Per questo, come è successo a fine 2020/inizio 2021, decine di migliaia di pazienti si troveranno senza terapia.

E, qui lo dico e non lo nego, le previsioni per il 2022 anche se le cose dovessero andare nel migliore dei modi possibili, sono peggiori dell’anno precedente.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button