img1

Immaginiamo per un attimo un mondo diverso, non fatto di uomini ma di macchine. Vi piacerebbe? Cosa avrebbe di diverso? La prima cosa che mi viene in mente è la limitazione. Un robot non è libero e, in quanto non è libero, non può scegliere, non può decidere, non può scrivere, non può innamorarsi. È una macchina. Alle macchine non si danno leggi. E benché ci siano delle leggi che regolano il funzionamento della macchina, la macchina non le può assolutamente trasgredire, perché il robot che non segue le sue leggi è la macchina rotta. Mentre nell’uomo la libertà fa sì che fra le leggi e il comportamento ci sia sempre una differenza, un distacco, ossia uno spazio per la libera decisione individuale.

Se vogliamo andare più a fondo dobbiamo rilevare, come ci insegna il filosofo tedesco Immanuel Kant, che la libertà è la facoltà di dare ad un’azione un inizio assoluto. 
Parlare di libertà è molto difficile, poiché è un concetto multi sfaccettato e legato a tantissime variabili. Di sicuro il progresso, per molti aspetti, ha ampliato la libertà poiché ha allentato i vincoli naturali, ha messo l’uomo nelle condizioni di disporre di una più ampia gamma di scelte e di operazioni. D’altra parte ha potenziato il richiamo dell’esteriorità. Se l’uomo dispone di un più vasto campo di scelte, risulta altresì iperstimolato dall’esterno e quindi meno decisore di quanto all’apparenza possa sembrare. Di conseguenza l’uomo è eccessivamente provocato, fortemente indotto. 
L’iperconsumismo, caratterizzato dalla sfrenata ricerca di sempre nuovi e maggiori consumi privati, senza riferimento alcuno a effettivi bisogni e sotto forzatura dei mass media, determina di fatto una restrizione delle libertà dell’uomo.

E’ una libertà traviata, un’apparenza di libertà, perché nei fatti la libertà c’è e si consuma. In pratica la libertà è un’illusione, se si dà retta al pensiero di Kant che per libertà intendeva la facoltà di dare ad un’azione un inizio assoluto. Nonostante che la libertà sia un’illusione l’uomo continua a cercarla. La libertà non può esistere se non esistono dei limiti. Non è anche questa una contraddizione? L’uomo si pone il problema della libertà sostanzialmente dinanzi ad un ostacolo, ad un vincolo. Dinanzi ad un vincolo si accorge che può opporsi. Questa è la legge che misura la nostra libertà, ovvero un’esperienza generale della libertà.

Quando parliamo di libertà si pensa soprattutto a ciò che la vincola. Alle leggi, ai divieti, agli obblighi. Quello che ci è sempre stato dimostrato è che la libertà deve avere dei limiti, ovvero che i limiti siano necessari alla libertà affinché essa sfoci in un sistema vivibile. Ma si sbagliano. Annidati dentro di noi ci sono i precetti di un’educazione disumana, che ci ha abituato a temere il ruolo di chi decide, a rifiutare la forza di volontà come motore delle nostre scelte. La libertà non coincide con il puro e semplice fare, ma con la consapevolezza della dignità del fare.

Silvia Crema





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.