Damian Marley, a differenza di molti suoi colleghi giamaicani, non è stato mai un artista molto prolifico né per quanto riguarda i singoli né gli album. Fatto sta che non aveva mai fatto attendere i suoi fans come questa volta. “Stony Hill” viene alla luce dopo più di dieci anni dall’uscita di “Welcome To Jamrock” ultimo lavoro solista. Dopo quell’album, lo ricordiamo per dovere di cronaca, era uscito “Distant Relatives” interessantissima collaborazione con il rapper Nas.

Marley sceglie la data del suo compleanno, 21/07, per pubblicare un disco che ripaga la lunga attesa. 75 minuti di ottima musica, che ha qualche calo qualitativo in un paio di tracce, ma in un disco che ne contiene 17 può succedere. Dopo l’intro a cura di Big Youth, il primo pezzo del disco è Here We Go, traccia che anche grazie al campione di Jah Is Watching di Dennis Brown serve all’ascoltatore il miglior Damian Marley possibile. Si prosegue velocemente con pezzi già conosciuti ai più come Nail Pon Cross e R.O.A.R., per arrivare alla prima collaborazione del disco, la potentissima Medication che è una combo in famiglia in quanto il secondo interprete è il fratello Stephen. Siamo già a metà disco e con Living It Up abbiamo un giro di boa anche a livello di sonorità, infatti da qui in poi Marley si allontana da quel ritmo diventato ormai un marchio di fabbrica e si diverte a sperimentare posando la sua voce su tappeti soul, accenni di jazz e bossa nova come in Grown & Sexy che ben si prestano al suo ampio spettro vocale.

In conclusione penso che questo lavoro sia all’altezza del nome e del calibro del personaggio, le produzioni, come è giusto che sia sono curate e di qualità. Pur non alzando l’asticella in quanto a sperimentazione “Stony Hill” è un disco che sicuramente arricchisce la discografia di ogni appassionato di buona musica.

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.