High timesIn evidenza

Star del basket Usa arrestata in Russia per la cannabis

Brittney Griner, la cestista arrestata in Russia

La star del basket Usa Brittney Griner è stata arrestata in Russia prima del confitto, anche se è una mossa che ora rischia di alimentare le tensioni internazionali. L’accusa è quella di traffico di stupefacenti: nei suoi bagagli sarebbe stato trovato un vaporizzatore con un non meglio precisato olio di cannabis.

La cestista è stata arrestata a fine febbraio, e ora rischia di rimanere in prigione a lungo, almeno fino alla fine del processo, rischiando una pena che va dai 5 ai 10 anni di detenzione.

BRITNNEY GRINER ARRESTATA IN RUSSIA PER LA CANNABIS

Il comunicato ufficiale rilasciato dalla Russia dice: “Una cittadina statunitense è stata fermata ai controlli dell’aeroporto Sheremetyevo di Mosca, dopo l’ispezione effettuata grazie a un cane che aveva rilevato eventuali presenze di narcotico all’interno della borsa: dai controlli è stata rinvenuta la presenza di sostanze derivanti dalla cannabis”.

La Griner, 31enne, oltre ad essere un’attivista Lgbt, è una delle campionesse più titolate di sempre, con anche due ori olimpici nel suo palmares. Come molte altre giocatrici stava prendendo parte alla Eurolega durante la off-season, volando da New York a Mosca, nonostante l’invito delle autorità americane ai propri concittadini di lasciare il Paese.

Non è chiaro che tipo di olio di cannabis sia stato sequestrato all’atleta, ad ogni modo vale la pena ricordare che il CBD non è considerato una sostanza dopante da parte della World Anti-Doping Agency (WADA) e per questo motivo spesso gli sportivi assumono il CBD per migliorare le loro performance sportive e i tempi di recupero dopo l’allenamento o la gara.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button