DSC03480

La 7° edizione della Spannabis, la fiera di Barcellona dedicata alla cannabis, batte tutte le aspettative. Tutti quelli che hanno visitato la fiera per la prima volta, sicuramente sono stati sorpresi dal grandissimo numero di partecipanti. Le oltre 200 ditte presenti non hanno badato a spese o impiego di personale per garantire 3 giorni di incessanti attività e sicuramente, sono state premiate da un numero di partecipanti ben al di sopra di ogni aspettativa. La Spannabis si conferma una tra le migliori fiere europee del settore, l’atmosfera infatti che si respira in questo evento spagnolo, non ha eguali. Massima tolleranza, visitatori di ogni tipo e di ogni età, ognuno con il proprio joint in mano.

La possibilità di provare nuovi articoli per fumatori direttamente negli stand (vaporizzatori e pipe ad acqua); di acquistare semi dalle sempre più numerose ditte spagnole e dalle storiche ditte olandesi; di farsi analizzare la propria erba e di scoprire la quantità di THC (servizio offerto dal team Canna); di confrontarsi con gli esperti sulle ultime novità in campo coltivazione. Questo e molto altro, alla fiera Spannabis 2010. L’evento aveva una fortissima componente associativa, espressa sotto forma di un numero sempre più crescente di persone che desiderano una chiara regolamentazione sia sull’auto coltivazione, sia sul consumo personale. Le molte conferenze tenute da esperti in medicina e scienziati, sono state seguite con grande interesse da tutti i partecipanti. “La coltivazione personale non solo serve per ridurre il traffico illegale e l’adulterazione delle sostanze, ma anche aiuta a diffondere i valori di una mentalità più ambientale. La perdita di contatto con la natura da parte dei giovani che vivono nelle città è un fatto non discutibile, questo invece è un modo per poterli fare avvicinare all’ecologia” ha detto Carlos Palomino, il co-direttore della Spannabis.

Unico “aspetto negativo” secondo il nostro parere, è la scarsissima presenza di ditte dedicate al settore terapeutico e industriale (come quasi sempre accade in questo tipo di eventi): in teoria si tratterebbe di una fiera dedicata alla canapa, a 360°, quindi di tutti i suoi utilizzi, mentre troppo spesso, fiere, riviste e ditte che lavorano con questa pianta, si dimenticano totalmente dei suoi usi più importanti, concentrandosi solo sugli aspetti ludici (che sappiamo bene essere i più redditizi). La nostra vuole essere una critica costruttiva, per cercare di sensibilizzare le aziende di questo settore e sottolineare l’importanza di supportare realtà e progetti legati al mondo della canapa medica e industriale (tessile, edilizia, combustibile, ecc). Già 3 ore prima della chiusura, l’organizzazione ha verificato che più di 20.000 persone, la maggior parte sotto i 35 anni, hanno visitato la fiera. La stessa società organizzerà presto un’altro evento a Malaga: Expo Cannabis Sur, dal 21 al 23 di Maggio 2010. Mentre l’ottava edizione della Spannabis avrà luogo sempre nella fiera di Cornellá (Barcellona) dal 25 al 27 Febbraio 2011.

 





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.