img1Nella splendida cornice del teatro comunale di Bologna si è tenuta la sesta edizione di TedXBologna, lo scorso 22 ottobre. Il tema principale scelto per quest’edizione è stato quello della transizione, ovvero dell’opportunità di costruire un mondo migliore attraverso il cambiamento.

Con circa 900 biglietti venduti è stato registrato per la prima volta il tutto esaurito con un pubblico variegato e profondamente interessato agli interventi dei 14 protagonisti presenti. Ad aprire le danze Simone Al Ani che con il suo famoso spettacolo illusionista ha stupito i presenti e riscaldato la platea per i differenti talk della giornata.

I protagonisti hanno raccontato il loro momento di transizione nei diversi ambiti in cui operano, è il caso di Giovanna Castelli presidente dell’associazione “I bambini di Dharma” che aiuta i neonati abbandonati, creata proprio per colmare il vuoto assistenziale esistente, o di Luca Mazzucchelli, psicologo, fondatore del famoso canale Youtube “Parliamo di psicologia” che ha raccontato di aver realizzato grazie ad un’esperienza personale, e che l’unico modo per cambiare le cose e cambiare se stessi. Anche Stefano Tresca ha dato una visione molto curiosa dei cambiamenti parlando di denaro virtuale e di come cambieranno presto le nostre vite in relazione ad esso, l’importante è sempre la nostra capacità di adattamento che ne influenzerà la buona riuscita o meno.

Tutti i talk hanno lasciato al pubblico la voglia di poter e di voler cambiare e consolidato la speranza che tutto è possibile, e se iniziamo a cambiare noi stessi riusciremo a cambiare anche il resto delle cose. Come sempre TedXBologna si conferma come uno degli appuntamenti imperdibili dove chiunque può condividere idee di valore e dimostrare che sognare ad occhi aperti si può.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.