snoop doggDel leggendario Snoop Doggy Dogg conosciamo da tempo la passione per la marijuana ed anche quella per gli affari, che lo ha portato ultimamente ad investire in diverse start up nel settore del web e dell’e-commerce. Ora queste passioni paiono destinate ad incrociarsi per la prima volta…almeno per quanto concerne il settore degli affari legali.

Secondo quanto rivelato dal sito americano TechCrunch infatti, il rapper californiano avrebbe progettato un investimento da 25 milioni di dollari nel settore della cannabis legale. Dall’entourage di Snoop Dogg non sono trapelate al momento dichiarazioni in merito, ma secondo i giornalisti americani la sua intenzione non dovrebbe essere quella di entrare direttamente nel mercato della produzione, bensì quella di avviare una start up nel settore dello sviluppo di software utili per la nuova industria della cannabis.

Snoop Dogg è una tra le tante star americane che negli ultimi anni hanno deciso di investire parte del loro denaro in start up legate al mercato via internet, ma se la notizia sarà confermata sarà il primo ad entrare nel business della cannabis legale. Un mercato in vertiginosa espansione, all’interno del quale il rapper potrà portare una buona dote di esperienza personale, visto che in passato disse di essere arrivato anche a fumare 81 canne in un giorno.





One Comment

  1. Francesco Esposito says:

    hahahahaha sei il numero 1

Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.