Buone notizie

Sequestro degli attivisti #Artic30: la Russia colpevole di violazione del diritto internazionale

GP04SWV_Web_size-500x333

Pochi giorni fa si è espressa la corte dell’Aja dichiarando la Russia colpevole per il sequestro della nave olandese di Greenpeace ‘Artic Sunrise’, avvenuto nel settembre 2013.

L’imbarcazione con a bordo 30 attivisti di Greenpeace conosciuti ora come gli “Arctic 30”, si trovava nei pressi della piattaforma petrolifera Prirazlomnaya per una protesta, quando le autorità russe hanno messo sotto sequestro la nave e l’equipaggio (tra i 30 anche l’italiano Cristian D’Alessandro)

La Artic Sunrise fu confiscata per otto mesi e gli Artic 30 imprigionati per ben due mesi. A distanza di due anni la sentenza dell’Aja ha finalmente stabilito che l’azione delle forze speciali russe è stata una violazione del diritto internazionale e ha obbligato le autorità a risarcire il governo olandese.

Il consulente di Greenpeace Daniel Simons soddisfatto della sentenza afferma: “I governi esistono per far rispettare le leggi, non per tutelare con uomini armati gli interessi dell’industria petrolifera. La protesta è avvenuta ben al di fuori delle acque territoriali russe e non poteva in alcun modo essere configurata come pirateria o vandalismo. Ci auguriamo che questa sentenza serva da deterrente per altri governi che cercano di chiudere la bocca al dissenso, a terra come in mare”.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio