img5“Non aspettate, ragazzi. Non attendete istruzioni, ragazze, perché non arriveranno o forse arriveranno troppo tardi, e il tempo è prezioso. Alcuni tra noi adulti vi daranno una mano, il tempo necessario per costruire ponti sulle macerie prodotte dai crolli di questo mondo in disarmo. Voi percorreteli. Poi sarà ora. Non attendete oltre. Tocca a voi. Senza chiedere il permesso”.

Questo è l’invito rivolto ai giovani contenuto in un libro pratico scritto da Lorella Zanardo insieme a Cesare Cantù. Con il documentario Il corpo delle donne i due autori hanno presentato un fenomeno dirompente mostrando a milioni di persone quanto in Italia un certo tipo di tv sia diventato pervasivo, nocivo e non più tollerabile.

Ora il libro racconta come si può concretamente lavorare per cambiare i media e con questi la società. Un messaggio rivolto in particolare ai giovani perché sono loro che possono inventarsi il futuro, senza chiedere il permesso alle generazioni che hanno costruito il mondo così com’è, e sono loro che possono guardare le immagini che vedono sugli schermi con occhi nuovi, consapevoli delle ragioni nascoste, dei messaggi sottintesi, degli stereotipi perversi che spesso esse veicolano.

a cura di Maurizio Bongioanni

Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy