IMG_7853-new-SB-sign

La Sensi Seeds è senza dubbio una delle seedbank che più ha contribuito alla crescita e alla diffusione della coltivazione di cannabis in Europa e nel mondo.Tutto cominciò con un unico negozio e un semplice catalogo per ordini via mail, offrendo una manciata di varietà. Il fondatore e breeder Ben Dronker ha dedicato la propria vita per creare le migliori qualità di semi di cannabis, per chiunque volesse coltivarli. Più di un quarto di secolo dopo, la Sensi Seeds offre più di 40 varietà e continua a svilupparne di nuove.

Una banca dai geni unici
La banca genetica è uno dei fattori che colloca la Sensi Seeds su un altro piano rispetto ad altre: per più di 30 anni, tutte le importanti varietà storiche utilizzate per coltivare ibridi leggendari e i genitori delle piante di tutte le varietà commercialmente disponibili della Sensi Seeds, sono state raccolte e conservate lì. Nata con i semi raccolti da Ben nei suoi viaggi, la banca genetica è cresciuta grazie a tutti gli ibridi di successo. Molte varietà sono state aggiunte da altri coltivatori come Ed Rosenthal, il quale ha lavorato per molti anni con la Sensi Seeds. Ben ancora oggi continua a cercare nuovi genotipi di cannabis in tutto il mondo al fine di espandere e rafforzare la scorta genetica della Sensi.

L’attenzione sulla cannabis medicinale
Descrivendo la biblioteca genetica della Sensi Seeds, Lester Grinspoon M. D., professore associato di psichiatria all’università di medicina di Harvard, scrisse “La banca Sensi Seeds è la più completa banca genetica di cannabis al mondo; è essenziale, da un punto di vista medico, che rimanga intatta e funzionale”.
La cannabis terapeutica è da molto tempo al centro dell’attenzione della storica seedbank olandese. Quando il Netherlands’ Office of Medicinal Cannabis richiese i migliori geni possibili, la Sensi Seeds fu la loro ovvia scelta. Ben fu ben lieto di fornire i “mattoni” per costruire le varietà di marijuana medicinale disponibili ora nelle farmacie olandesi.

Nuove varietà medicinali
Un lavoro scrupoloso continua tuttora nel campo della cannabis terapeutica e le ultime aggiunte alla banca genetica sono varietà coltivate per rendere al meglio gli effetti terapeutici. La Sensi Seeds rilascerà una selezione di queste varietà nei prossimi mesi e sarà un evento significativo per la comunità che sostiene la cannabis terapeutica.

Orgogliosi del nostro personale
Il personale di questa ditta è un altro motivo di orgoglio, e nel corso degli anni si sono uniti al team diversi membri della famiglia di Ben. Il senso della comunità è aumentato insieme alla crescita e alla diversificazione della società. I clienti sono trattati con calore e attenzione tipica di un contesto famigliare. Gli affari, sia nei negozi ad Amsterdam sia online, sono supportati da un sistema moderno di business. Il personale riceve un addestramento completo sulle varietà della Sensi Seeds e grazie alle società sorelle HempFlax e Hash Marihuana & Hemp Museum, vengono a conoscenza della canapa industriale e della storia della cannabis.

Il successo sorprendente delle spinaci
Viene spesso ignorato che nei primi giorni della decriminalizzazione in Olanda, molti coffeeshops fecero scorta di cannabis di bassa qualità e “sottosviluppata”, secca, spesso compressa, molte volte composta da foglie e rametti. C’era una scelta limitata in termini di background genetico, e i semi erano accessibili solo quando venivano trovati nei sacchetti di erba.

Oggi molti clienti affezionati considererebbero quella cannabis non degna di apparire su nessun menù di un coffeeshop che si rispetti. La diffusione da parte della Sensi Seeds di nuovi semi giocò un ruolo vitale nel creare l’abbondanza di scelta e specializzazione disponibile oggi.

Ben racconta occasionalmente una storia: nei primi giorni della sua avventura di coltivatore, offrì campioni dei suoi primi raccolti a diversi proprietari di coffeshop. Con suo gran divertimento, molti di loro rifiutarono le grandi, appiccicose e pungenti cime come se non avessero visto mai niente di simile prima. Un proprietario disse che l’erba di alta qualità di Ben assomigliava più a “spinaci che marijuana”. Ridendo, Ben gli disse di tenersi la cannabis senza pagare: se non l’avesse venduta, avrebbe potuto buttarla via.Alcuni giorni dopo, Ben tornò e chiese al personale come stessero andando le vendite degli “spinaci”. “Venduta tutta” gli risposero, “tutti la amano”.

a cura di Favolantica

 





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.