Flour hemp in spoon with grain and oil on board

Il seme di Cannabis sativa L. è stato una importante fonte di nutrimento nelle culture del Mondo Antico per migliaia di anni. Consumati crudi, cotti o arrostiti, questi semi sono stati utilizzati come fonte di nutrimento già in età preistorica e probabilmente anche da ominidi più antichi. In Cina l’olio di semi di canapa viene utilizzato come alimento e come rimedio da almeno 3mila anni. L’olio di semi di canapa, con circa l’80-90% di acidi grassi insaturi, rivaleggiava anticamente con l’olio semi di lino per la produzione di pitture a olio e di vernici. La peculiarità di questo seme a cui vengono attribuite proprietà curative, sta nella sua composizione ricca di acidi grassi insaturi di cui gli essenziali omega 3 e omega 6, di amminoacidi essenziali e proteine facilmente digeribili (NB. con il termine essenziali si intendono quei composti che l’organismo non può produrre da sé e che quindi devono essere assunti tramite l’alimentazione).

L’uso dei semi di canapa è stato abbandonato dalla fine del 1930 con la proibizione della coltivazione di tutte le varietà di cannabis, iniziata negli USA nel giugno 1937 sotto il governo Roosevelt. Questo evento di fatto ha sancito per l’uomo la perdita di una eccellente risorsa, utilizzabile come alimento curativo e come materia prima per una grande varietà di prodotti. Dopo anni difficili per i coltivatori e lavoratori di cannabis è stata recentemente riscoperta e rivalutata la coltivazione della canapa, una varietà di cannabis quasi priva di THC e quindi legalmente coltivabile, che offre le stesse proprietà nutritive, farmaceutiche e industriali dell’antica cannabis.

1NUTRIMENTO E SALUTE
La ricchezza dei semi di canapa sta nella loro composizione, costituiti da oltre il 30% d’olio, da circa il 25% da proteine, dal 25% da carboidrati e da considerevoli quantità di fibre, vitamine e minerali, questi semi sono un alimento ricco e completo.

Le principali proteine ritrovate nei semi di canapa sono l’edestina e l’albumina, entrambe di alta qualità nutritiva dato che sono facilmente digeribili e contengono notevoli quantità di aminoacidi essenziali. È stato dimostrato che alcune proteine contenute nei semi di canapa possiedono proprietà antiossidanti, e quindi protettive contro i radicali liberi, e antipertensivo, con effetti benefici sulla pressione sanguigna. Sono stati inoltre riscontrati elevati livelli di arginina, un aminoacido essenziale per la fase di crescita dei bambini che rende il seme di canapa un alimento nutrizionalmente ideale per la dieta di tutte le età.

L’olio derivato dai semi è composto per oltre l’80% da acidi grassi polinsaturi (PUFA), rendendolo una eccellente fonte di sostanze antiossidanti ed in particolare di acidi grassi essenziali (AGE) come l’acido Linoleico (omega 6) e l’acido alfa-Linolenico (omega 3). Questi due acidi grassi sono responsabili per importanti funzioni biologiche nell’organismo e vengono denominati essenziali poiché possono essere assunti solo con la dieta. La reintroduzione del consumo di semi e d’olio di canapa è cruciale principalmente per il loro contenuto in omega 3, praticamente assenti nella dieta mediterranea.

2016-11-10-10-56-20-am

Da un punto di vista biologico gli acidi grassi polinsaturi, ed in particolare gli AGE, svolgono nell’organismo una serie di funzioni fondamentali per la salute umana. Sono i precursori degli eicosanoidi, ed in particolare delle prostaglandine, mediatori chimici con molteplici funzioni che agiscono come antinfiammatori naturali del corpo. Questi composti, derivati dagli AGE, svolgono funzioni regolatore come ad esempio per la coagulazione del sangue evitando l’aggregazione delle piastrine, nel processo di guarigione/cicatrizzazione delle mucose e nella risposta immunitaria.
Essi sono indispensabili per la struttura delle membrane biologiche composte dai fosfo-lipidi, che garantiscono la robustezza delle cellule nei tessuti corporei. Gli AGE regolano inoltre i flussi lipidici, agendo positivamente sul bilancio tra “colesterolo buono” (HDL) e “colesterolo cattivo” (LDL), rendendo il consumo d’olio di canapa ideale per chi presenta alti livelli di colesterolo, problemi coronarici, arteriosi e al fegato.

2Una dieta ricca in Omega 3 e in acidi grassi polinsaturi sostiene un metabolismo più dinamico, accelerando la combustione dei grassi e svolgendo un’azione anti-trombotica preventiva contro l’aterosclerosi. Viene inoltre aumentata la fluidità delle membrane corporee e in certi casi viene ridotta la necessità di insulina da parte dei diabetici. Gli acidi grassi polinsaturi apportano una serie di benefici anche per la pelle, specialmente per quelle più irritate e secche, migliorando la qualità dei tessuti e alleviando i sintomi di alcune patologie cutanee come ad esempio l’eczema.

Infine, il rapporto tra omega 6 e omega 3 è un fattore altrettanto rilevante per la salute, è stato infatti stimato che il rapporto ottimale trai due acidi grassi essenziali sia di 3:1, che rende l’olio di canapa un prodotto ideale dato che presenta un rapporto di 2,5:1 molto simile a quello ottimale e difficilmente riscontrabile in natura.

L’indicatore LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti) indica un fabbisogno di 6 grammi al giorno di omega 6 per l’uomo e 4,5 per la donna, per gli omega 3 sono invece 1,5 per l’uomo e 1,0 di per la donna. Mentre gli omega 6 sono presenti in molti prodotti, gli omega 3 sono ricavabili solo da specifici alimenti che, oltre ai semi di canapa, sono il salmone, il pesce azzurro, oli di fegato di pesce, semi di lino, noci, soia e i rispettivi oli. L’abitudine di molte persone di consumare solamente olio extra-vergine d’oliva non è quindi raccomandabile per una dieta completa, poiché esso non contiene una quantità significativa di AGE e quelli della serie omega 3 sono praticamente assenti.

2016-11-10-10-56-35-am

LE ANALISI
Per avere un quadro più dettagliato dei valori nutrizionali dei semi e dell’olio di canapa sono state riportate le analisi relative alla varietà finlandese Finola. I dati sono stati elaborati da PhD J.C. Callaway dell’università finlandese di Kuopio, nell’articolo Hempseed as a nutritional resource: An overview.

Finola è la denominazione ufficiale per una varietà dioica finlandese di canapa particolarmente adatta per la produzione di sementi nei climi nordici, con rese per oltre 2mila kg di seme per ettaro in buone condizioni agronomiche. Rispetto ad altre varietà di canapa, Finola è relativamente bassa, tollerante al gelo durante tutte le fasi della crescita (fino a -5 °C) e resistente alla siccità. A differenza di altre varietà di canapa, la fibra è quasi interamente composta di fibre lunghe e primarie, simile in finezza al lino.

2016-11-10-10-56-49-am

Questa varietà presenta un contenuto proteico e oleico molto simile alle altre varietà di canapa, permettendo l’inserimento di questi dati in un discorso generale sulla pianta. Anche il profilo degli amminoacidi e degli acidi grassi non è significativamente differente alle altre varietà, a parte i valori notevolmente superiori per gli acidi grassi gamma-Linolenico e Stearidonico che rendono questa varietà molto ricca in omega 3 e omega 6.

4Infine, sia dalle analisi scientifiche che dai test clinici come dall’antica cultura orientale si evidenzia come i semi di canapa e l’olio derivatone siano eccellenti fonti di nutrimento con spiccate qualità curative. Questo è dovuto principalmente alla composizione unica di questo seme, ricco di acidi grassi e amminoacidi essenziali, di acidi grassi insaturi e di proteine facilmente digeribili.

La perdita di questo prodotto durante l’ultimo secolo ha avuto un prezzo per l’uomo e per la sua salute, infatti, con la proibizione della cannabis sono stati messi al bando anche gli omega 3 in essa contenuti, elementi essenziali per la salute e rari nella dieta mediterranea, la cui carenza ha ripercussioni negative per tutto l’organismo. È giunto il momento di superare i preconcetti infondati e gli interessi economici speculativi che spesso hanno afflitto la cannabis per tornare a produrre un alimento naturale, coltivato in maniera sostenibile, con importanti proprietà curative e che per secoli è appartenuto alla tradizione italiana.

 





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.