L’estate e l’autunno sono le stagioni migliori per raccogliere i semi dai fiori o dai frutti delle vostre piante e conservarli per poi piantarli durante la stagione successiva: un’operazione che permetterà di portare avanti le vostre colture preferite senza la necessità di dover spendere soldi per acquistare nuovamente ogni anno i semi o le talee. L’importante è raccogliere più semi per pianta nel momento giusto e conservarli con cura nei mesi freddi così da coltivarli quando arriverà la stagione ideale.

Nonostante le piante abbiano delle caratteristiche differenti e quindi devono essere trattate in maniera diversa, ci sono delle regole generali che possiamo utilizzare. Si consiglia inoltre di prediligere i semi da impollinazione libera in grado di dare origine a piante molto simili a quelle da cui derivano, mentre è da evitare o limitare la conservazione di semi di piante ibride.

In primo luogo vanno privilegiate le piante più robuste e vigorose ed evitati gli ultimi fiori di stagione, perché sono più deboli e c’è meno probabilità che i semi siano sani. Per essere sicuri che i semi siano maturi bisogna osservare i fiori e i frutti, i primi dovranno essere secchi mentre i frutti dovranno essere ben maturi. Inoltre i semi dovranno essere scuri e non già aperti. Se si tratta di semi che maturano all’interno di frutti bisogna raccoglierli, lavarli e metterli a mollo in una ciotola: in questo modo i semi si separeranno dal resto del frutto. Quindi vanno asciugati e lasciati seccare al sole. Mentre per separare i piccoli semi dalle infiorescenze secche è utile mettere le teste dei fiori raccolte in sacchetti di carta e agitare: quasi tutti i semi si separeranno sul fondo e potranno essere divisi dalle altre parti secche della pianta. Non bisogna aspettare che tutto maturi perché si rischia di perdere la maggior parte del seme a causa di uccelli o della naturale dispersione. È inoltre indicato aspettare il clima secco e caldo per fare questa operazione, sfruttando il momento migliore intorno alle 10 del mattino.

Ecco alcuni suggerimenti per conservare al meglio i semi raccolti:

– conservarli in delle buste di carta e non di plastica, poiché la mancanza di traspirazione potrebbe causare muffe danneggiando il seme

etichettarli così da riconoscerli immediatamente

farli essiccare bene prima della conservazione, in un luogo fresco e ventilato

– una volta essiccati conservarli in una cantina, o comunque in un posto fresco ma non umido

controllarli di tanto in tanto ed eliminare quelli marciti o ammuffiti se presenti

Se eseguite correttamente queste poche indicazioni, i semi conservati possono durare da 2 a 10 anni, a seconda del tipo di seme e delle condizioni di conservazione. È possibile verificare che i semi siano ancora buoni per la semina eseguendo un test di germinazione, se i semi germinano con successo allora sono pronti per un’altra stagione di crescita.

a cura di Acirne





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.