CannabisTerapeutica

Secondo una ricerca scientifica la cannabis può dimezzare i sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo

Secondo una ricerca scientifica la cannabis può dimezzare i sintomi del disturbo ossessivo-compulsivoI ricercatori della Washington State University hanno scoperto che fumare cannabis può portare ad una riduzione a breve termine fino al 50% dei sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo (Doc).

I ricercatori hanno analizzato i progressi di 87 individui che si sono autocertificati come affetti da Doc che per 31 mesi hanno utilizzato la cannabis, riscontrando una diminuzione del 49% della ripetizione delle azioni compulsive e una riduzione del 52% dell’ansia. Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che coloro che assumevano dosi più elevate di cannabis e varietà con livelli più alti di cannabidiolo (CBD), tendevano ad avere maggiori riduzioni nelle loro compulsioni.

Dopo un trattamento prolungato gli effetti benefici tendevano a ridursi leggermente, facendo ipotizzare ai ricercatori che la cannabis potrebbe a medio termine portare tolleranza e quindi diminuire in parte gli effetti nel trattamento del disturbo.

Il disturbo ossessivo-compulsivo è una sintomatologia costituita da pensieri ossessivi associati a azioni ripetitive attuate continuamente nel tentativo di neutralizzare l’ossessione. Attualmente viene trattato sia attraverso la farmacoterapia che con la psicoterapia cognitivo-comportamentale, tuttavia i risultati sono scarsi al punto che viene considerato ancora un disturbo refrattario ad ogni trattamento.

I risultati ottenuti con la cannabis sono quindi considerati molto promettenti e da verificare in ulteriori ricerche più approfondite. Infatti quella condotta dai ricercatori della Washington University ha alcuni limiti: mancava un gruppo trattato con il placebo, inoltre i risultati erano auto-riferiti dai pazienti, quindi i dati avranno bisogno di prove più solide per essere confermati.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button