Il 52,2% dei cittadini italiani sono contrari alla legalizzazione della cannabis: questo il risultato di un sondaggio realizzato da Eurispes. L’ente ha realizzato il sondaggio per il sesto anno consecutivo, registrando un aumento dei cittadini favorevoli alla legalizzazione sostanzioso ma non sufficiente da far vincere la proposta in un ipotetico referendum: i cittadini d’accordo con la legalizzazione si fermano infatti al 47,8%.

Nel 2015 i cittadini favorevoli alla misura erano il 33%, quindi l’aumento (pari a 14,8 punti percentuali) è stato sostanzioso. Nel 2019, invece, i favorevoli alla misura erano stati il 43,9%. Il sondaggio – intitolato “Temi etici: l’opinione degli italiani” – si è occupato di misurare le opinioni degli italiani rispetto a una serie di diritti civili: coppie di fatto (67,8% favorevoli), eutanasia (75,2% favorevoli), testamento biologico (73,8% favorevoli), suicidio assistito (45,4% favorevoli), matrimonio omosessuale (59,5% favorevoli), adozioni omosessuali (42% favorevoli) e legalizzazione della prostituzione (50,5% favorevoli).

Tornando al sondaggio sulla cannabis, interessante notare come siano gli uomini a dichiararsi maggiormente favorevoli alla legalizzazione (53,1%) mentre il 57,4% delle donne continua a professarsi contrario. Rilevanti anche le differenze per classe di età: se gli italiani con meno di 45 anni si dimostrano favorevoli in oltre il 60% dei casi, la percentuale scende al 40,4% tra chi ha età compresa tra 45 e 64 anni, crollando al 32% tra i cittadini oltre i 65 anni.

Marcate anche le differenze per titolo di studio: chi ha studiato di più è maggiormente favorevole alla legalizzazione della cannabis, e in generale alla concessione di tutti i diritti civili.  Appena il 14% degli italiani che non hanno titoli di studio approva la legalizzazione, salendo al 38,5% tra chi è in possesso della licenza media, al 49% tra i diplomati e arrivando al 57,5% tra chi è laureato.

L’Eurispes ha rilevato anche le differenze per quanto riguarda le aree geografiche del paese. Il nord-est è la parte d’Italia dove si desidera maggiormente la legalizzazione (56%), mentre al centro Italia e nelle Isole si trova la maggior parte dei contrari alla misura, con il 58% di No.

Per quanto riguarda invece le ideologie politiche, come si poteva prevedere sono soprattutto i cittadini che si dichiarano di sinistra ad essere favorevoli (nel 63,7% dei casi), mentre la percentuale scende progressivamente tra chi si dichiara di centro-sinistra (48% di Sì), di destra o di centro-destra (39%), raggiungendo il punto più basso tra gli elettori di centro che nel 69% dei casi sono contrari. Stupisce, infine, registrare come la maggior parte degli elettori del Movimento 5 Stelle (partito che è ufficialmente a favore della legalizzazione) risultino contrari alla legalizzazione, seppur di poco: 48,7% favorevoli e 51,3% contrari.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.