LifestyleSalute & Società

Secondo un nuovo studio i funghi potrebbero diminuire il rischio di depressione

Quali sono i benefici dei funghi? Una nuova ricerca, condotta dal Penn State College of Medicine e pubblicata sulla rivista scientifica ScienceDirect, sembra aver trovato una correlazione tra il consumo di questo alimento e la salute mentale. Secondo lo studio, che ha tratto i propri dati dai National Health and Nutrition Examination Survey dal 2005 al 2106, alcuni composti biochimici presenti nei funghi, tra cui la vitamina B12 e alcuni agenti antiinfiammatori e antiossidanti, potrebbero essere riconducibili a bassi livelli di ansia e ridurre il rischio di depressione e altre malattie neurodegenerative.

Secondo un nuovo studio i funghi potrebbero diminuire il rischio di depressione

Il segreto di questo supercibo sta nell’ergotioneina, un amminoacido naturale non prodotto naturalmente dall’essere umano, ma spesso introdotto in grosse quantità tramite la dieta. Tra gli alimenti che ne contengono di più c’è il fegato, i reni e il cervello di diversi animali, i fagioli neri e diversi altri prodotti vegetali, che assorbono l’amminoacido dal terreno, e, per l’appunto, funghi di diverse qualità, come i Boleti e i Pleuroti. Negli Stati Uniti d’America può farsi riferimento in particolare agli champignon bianchi, la varietà di fungo più diffusa e consumata tra la popolazione adulta statunitense, nonché alimento ricco di potassio, e ai funghi testa di scimmia, in inglese chiamati lion’s mane, noti per la capacità di stimolare l’espressione di fattori neurotrofici, tra cui la sintesi del fattore di crescita nervoso, che, secondo alcuni studi, potrebbe avere un impatto positivo sulla prevenzione di malattie neuropsichiatriche, tra cui ansia e depressione.

Lo studio del Penn State College tiene conto di diversi fattori. Tra gli elementi presi in considerazione ci sono anche fattori sociodemografici (la maggior parte dei soggetti sotto esame erano bianchi non ispanici), malattie autoriferite dai soggetti, fattori di rischio, consumo di farmaci e abitudine di dieta. Secondo quanto riportato dai primi risultati della ricerca, i soggetti che introducono regolarmente i funghi nella propria alimentazione sarebbero soggetti a un rischio di soffrire di depressione, ansia e persino malattie neurodegenerative inferiore rispetto a chi invece non ne consuma.

Lo studio ha comunque incontrato alcune limitazioni. I dati raccolti dai National Health and Nutrition Examination Survey non specificano la varietà di funghi consumata dai soggetti presi sotto esame, impedendo dunque ai ricercatori di determinare gli effetti degli specifici tipi di funghi su depressione e malattie neuropsichiatriche e neurodegenerative. Il report pone comunque delle basi importanti per l’evoluzione della ricerca medica con riguardo alla salute mentale, un ambito dove già in passato gli studiosi avevano indagato sul rapporto tra depressione e psilocibina, contenuta nei funghi allucinogeni.

Secondo un nuovo studio i funghi potrebbero diminuire il rischio di depressione
White background. Fresh Psilocybin shroom. Hallucinogenic Psychedelic drug. Magic shroom. Fungi hallucinogen. Medical research of psilocybin . Psilocybin cubensis mushroom. growing Albino A strain.




SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.