Le scottature solari, soprattutto se ripetute nel tempo, aumentano il rischio di sviluppare un melanoma, vale a dire un tumore della pelle. È pertanto fondamentale proteggere la pelle fin dalla più piccola età evitando l’esposizione nelle ore più calde della giornata e utilizzando filtri solari ad alta protezione. Il sole, se preso con moderazione, non solo permette di raggiungere una bella abbronzatura ma apporta anche tutta una serie di benefici: aumenta le difese immunitarie e rinforza le ossa stimolando l’organismo a produrre la vitamina D, utile per fissare il calcio.

Se, nonostante tutto, siete andati al mare e siete diventati rossi come un’aragosta, ecco alcuni semplici suggerimenti su come rimediare alle scottature solari con i rimedi naturali:

• Per cominciare, potete provare a dare un po’ di sollievo alla pelle ustionata preparando un bagno rinfrescante. All’acqua tiepida aggiungete un bicchiere di aceto di mele, mezzo bicchiere di bicarbonato e un pizzico di sale grosso.

• Provate inoltre ad applicare la fetta di una patata sulla parte di pelle ustionata per circa 15-20 minuti: avvertirete subito una sensazione di freschezza.

• Anche l’aloe vera è perfetta in caso di scottature solari, irritazioni della pelle, ustioni ed eritemi solari e anche nei trattamenti doposole. Le foglie di aloe vera contengono un gel lenitivo che, applicato sulla pelle, dona immediatamente una sensazione di benessere.

• Un altro rimedio per curare le scottature solari è il bagno con l’amido. Lo si può comprare in polvere in farmacia senza ricetta medica e basta scioglierne sei cucchiai nell’acqua fresca. Questo bagno è meglio farlo prima di andare a dormire perché vi darà molto sollievo e vi permetterà di riposare meglio. In alternativa si possono fare degli impacchi con pane bagnato messo in un canovaccio.

• Ottimo anche il tè verde. Dopo averlo messo in infusione lasciatelo raffreddare e poi aggiungetelo all’acqua della vasca da bagno oppure applicatelo direttamente sulla pelle ustionata utilizzando un batuffolo di cotone.

• Un altro modo per trovare giovamento è fare dei leggeri messaggi sulla zona scottata con l’olio di mandarle dolci. Ottimo per le sue proprietà lenitive, allo stesso tempo idrata la pelle lasciandola morbida e profumata.

• Una soluzione comoda e rapida senza dover andare necessariamente andare in farmacia sono gli impacchi con il cetriolo. Durante l’estate questo ortaggio difficilmente manca in cucina quindi basta pelarlo e poi frullarlo. Dopo aver filtrato la polpa raccogliete il succo e con l’aiuto di un batuffolo di cotone utilizzatelo per fare degli impacchi. Il risultato è assicurato.

• Nei giorni in cui si sta curando l’eritema vestitevi in maniera comoda. Evitate vestiti accollati o sintetici. Le scottature fanno già abbastanza male da sole, non c’è bisogno che mettiate il dito nella piaga.

• In abbinamento a questi rimedi, non dimenticate di mantenere sempre il vostro corpo ben idratato: bevete molta acqua, mangiate molta frutta e verdura (è ottima anche la soia) e utilizzate una crema idratante e lenitiva, possibilmente formulata con ingredienti naturali.

• Se la scottatura non accenna a migliorare e arriva anche la febbre, si può optare per dei farmaci antistaminici e dei cortisonici, oltre agli analgesici per alleviare il dolore, ma è sempre meglio sentire prima il parere di un medico.

 

Non sprecare
Sito di notizie, storie, racconti e consigli, su un nuovo stile di vita, nonsprecare.it





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.