20141107-194006-1-32469L’Università del Mississippi userà un finanziamento di 11 milioni di dollari (circa 8.8 milioni di euro) recentemente ricevuto dai National Institutes of Health per sviluppare mini-cerotti al THC e per studiare gli effetti della cannabis e di altre piante in un nuovo centro di ricerca sulle neuroscienze, oltre che per identificare certi componenti e proprietà di prodotti naturali che influenzano il sistema nervoso centrale, ha detto il professor di farmacia Rae Matsumoto.

Il minicerotto al THC è fatto per rilasciare THC nel corpo come un cerotto alla nicotina, ma verrebbe applicato in bocca sopra la gengiva. “Il vantaggio è che prendendo la sostanza in questo modo” dice il professore associato di farmacia Michael Repka, “non dobbiamo darne una dose molto grande e il paziente generalmente non avrà nausea.”

Jordan Zjawiony, professore di farmacognosia, guida il progetto sulla chimica. Zjawiony dice che il suo gruppo sta lavorando all’identificazione di “composti psicoattivi di molti diversi organismi, incluse piante, funghi, organismi marini, microorganismi.” Uno degli studi di Zjawiony guarda alle piante allucinogene di tutto il mondo, in particolare la Salvia divinorum, che è stata a lungo usata dagli sciamani per cerimonie religiose.

fonte: The Daily Mississippian





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.