australiaLa sorprendente notizia era stata pubblicata dapprima dall’autorevole testata Nbc News e poi ripresa dal giornale antiproibizionista americano Cannabis Culture: in Australia sarebbe stata scoperta una nuova varietà di cannabis, la quarta specie conosciuta al mondo, da aggiungere alle già note varietà indica, sativa e ruderalis.

Ma dopo qualche giorno Cannabis Culture ha smentito la notizia, che ora è stata cancellata dagli archivi di entrambe le testate.

Secondo la versione che era stata diffusa, la scoperta di questa nuova specie di cannabis era stata effettuata per caso da un gruppo di escursionisti che, trovavandosi sui pendii delle Blue Mountains in Australia, avevano notato una singolare pianta che assomigliava alla cannabis. L’arbusto sarebbe stato poi donato ad un laboratorio di ricerca presso l’Università di Sidney, che dopo alcuni test aveva confermato la veridicità della scoperta. Ma per l’appunto in questa storia non ci sarebbe niente di vero. A verificarlo la stessa redazione di Cannabis Culture, che dopo aver contattato l’Università di Sidney si sarebbe sentita rispondere che nessun ricercatore dell’Università sapeva niente di questa storia.

La famosa agenzia di stampa Nbc News sarebbe quindi rimasta “vittima” di qualche burlone che si è inventato tutto di sana pianta. Allo stesso modo anche noi di Dolce Vita in Italia avevamo ripreso la notizia, e con questa rettifica ci scusiamo con i lettori per non avere adeguatamente verificato le fonti.





2 Comments

  1. Ho l'impressione che si tratti di una bufala, cioè potrebbe trattarsi di una varietà di coltivazione di tipo "camuflage" coltivata all'esterno o inselvatichita. Senza riscontri genetici non si può parlare di una nuova specie, addirittura con un solo campione in mano!!

  2. Ad Ogni modo io ritengo che si debba fare limpossibile per avere un altro esemplare per poi provare a fecondare le due e a farne uscire semi per il selezzionamento genetico. Potrebbe essere una bufala ma nel caso contrario non possiamo farcela scappare

Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.